le notizie che fanno testo, dal 2010

Putin: USA ostile verso Russia, stop ad accordo su smaltimento plutonio

Il mondo sembra essere piombato nuovamente in un clima di guerra fredda. Vladimir Putin firma un decreto che sospende l'accordo con gli Stati Uniti per lo smaltimento di plutonio da testate nucleari dismesse. Tra le motivazioni, le "azioni ostili degli Stati Uniti contro la Russia".

Continua a salire la tesione tra Washington e Mosca. La Russia infatti ha sospeso l'accordo con gli Stati Uniti in materia di smaltimento di plutonio da testate nucleari dismesse. L'accordo, firmato nel 2000 quando alla Casa Bianca c'era Bill Clinton (al Cremlino siedeva invece sempre Vladimir Putin), era stato sottoscritto per "eliminare dalla circolazione materiale che poteva essere usato per la costruzione di armi ad alto potenziale, se dovesse cadere in mani sbagliate" come aveva dichiarato all'epoca un funzionario statunitense.

Le 68 tonnellate di plutonio arricchito che in questi anni dovevano essere distrutte (34 tonnellate per ogni Paese) sarebbero infatti bastate per costruire decine di migliaia di armi nucleari. Ma alcuni mesi fa gli Stati Uniti hanno annunciato di voler procedere con un nuovo metodo di smaltimento del plutonio. Secondo il protocollo firmato nel 2010, l'unica modalità di smaltimento è quella di bruciare il materiale nei reattori nucleari per trasmutare il plutonio.

Gli USA invece vorrebbero mescolare al plutonio (arricchito con uranio) degli additivi speciali, assicurano per "riciclarlo" diversi decenni più presto. Già ad aprile Mikhail Ulyanov, direttore del dipartimento sulla non proliferazione e il controllo degli armamenti del Ministero degli Esteri russo, aveva chiarito che Mosca non aveva mai dato il consenso per attuare questo nuovo metodo di smaltimento "tanto più in forma scritta".

Ed infatti Vladimir Putin motiva il decreto firmato oggi che sospende l'accordo post guerra fredda con "il cambiamento radicale delle condizioni iniziali, la minaccia alla strategica stabilità rappresentata dalle azioni ostili degli Stati Uniti contro la Russia, l'incapacità degli Stati Uniti di mantenere l'impegno a smaltire il plutonio militare in eccesso in base ai trattati internazionali, e la necessità di agire rapidamente per difendere la sicurezza russa".

© riproduzione riservata | online: | update: 03/10/2016

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Putin: USA ostile verso Russia, stop ad accordo su smaltimento plutonio
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI