le notizie che fanno testo, dal 2010

Petrolio: paura Egitto e Brent a 100 dollari. Opec rassicura

Il petrolio d'Egitto scuote i mercati e partono le speculazioni che ricadranno inevitabilmente sulle tasche dei cittadini. Escalation del Brent che supera i 100 dollari, ma l'Opec si dice disponibile ad aumentare la produzione.

Per la situazione che vive in questi giorni l'Egitto non c'è solo la preoccupazione per la distruzione di opere archeologiche di inestimabile valore ma anche per una ricchezza "fluida" che fa ancora marciare il mondo: il petrolio.
Il segretario generale dell'Opec Abdallah el-Badri si è detto oggi sereno non solo perché le "scorte" mondiali sono alte ma perché l'Opec aumenterebbe immediatamente la produzione di greggio se la crisi egiziana dovesse perdurare (e mettere in crisi le forniture di greggio magari con la chiusura dell'oleodotto Sumed - Suez-Mediterranean pipeline). Fatto sta che i mercati non stanno a guardare e partono operazioni speculative sulla "rivoluzione" egiziana, tanto che il prezzo del petrolio vive in queste ore una vera e propria impennata con il Brent che balza oltre la soglia dei 100 dollari, un fatto che non si registrava dal 2008.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# crisi# Egitto# petrolio