le notizie che fanno testo, dal 2010

Petrolio: nel 2016 il prezzo scenderà ancora. Pesa la maggiore offerta dell'Iran

L'Agenzia internazionale dell'energia (Aie) avverte infatti che nel 2016 le quotazioni del petrolio "potrebbero andare più in basso" a causa di di un "eccesso di offerta"

Non c'è accenno di ripresa nel prezzo del petrolio. L'Agenzia internazionale dell'energia (Aie) avverte infatti che nel 2016 le quotazioni del petrolio "potrebbero andare più in basso" a causa di di un "eccesso di offerta persistente, inventari gonfi e una sfilza di notizie economiche negative" tanto che nella prima metà di gennaio il greggio ha toccato i livelli più bassi da 12 anni. L'Aie sottolinea infatti che l'Iran, dopo il ritiro delle sanzioni, ha già annunciato che incrementerà la produzione di 500mila barili al giorno (500 kb/d). Nonostante questo, però, la domanda di petrolio per il 2016 rallenta a 1,2 milioni di barili al giorno da 1,7 milioni del 2015.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# energia# Iran# petrolio# sanzioni