le notizie che fanno testo, dal 2010

Benzina, Romani: abbassare prezzi, non è "consentito speculare"

Il ministro dello sviluppo Paolo Romani afferma che "le quotazioni internazionali del petrolio sia in dollari che in euro" si sono ridotte e quindi il prezzo della benzina deve scendere, perché "a nessuno può essere consentito di speculare", soprattutto in tempo di crisi.

In una congiuntura economica quale quella attuale, a nessuno può essere consentito di speculare e neanche solo di apparire che voglia approfittare" afferma in un comunicato il ministro dello Sviluppo economico Paolo Romani, riferendosi al fatto che "è inaccettabile" che "non si determini immediatamente una riduzione dei prezzi alla pompa per la benzina ed il gasolio" visto che "le quotazioni internazionali del petrolio sia in dollari che in euro" si sono ridotte. Il ministro Romani rivolge quindi a "tutta la filiera" e in particolare alle compagnie petrolifere un invito a fare "un ulteriore ed immediato sforzo" per "recepire ed adeguare con la massima tempestività le variazioni monitorate sui mercati a monte della filiera". In poche parole, di abbassare i prezzi della benzina e del gasolio, visto che gli ultimi aumenti non appaiono giustificati.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: