le notizie che fanno testo, dal 2010

Moria di api, non solo in Italia: in Slovenia dove si coltiva la colza

La Unaapi denuncia che la moria di api è un fenomeno che non si registra solo in Italia. Ad aprile, in Slovenia, ci sono state infatti enormi perdite di colonie di api, in aree dove si coltiva in maniera estensiva la colza. E questo, nonostante nel 2011 la Slovenia abbia vietato i neonicotinoidi.

La Unaapi denuncia che la moria di api a causa dell'utilizzo di pesticidi non è registrata solo in Italia ma anche in Slovenia. L'Unaapi ricorda che in Slovenia, già nel 2011, a causa del neonicotinoide clothianidina si sono verificate estese morie d'alveari, tamto che allora il governo decise l'immediato stop dell'insetticida. Nonostante questo, nel mese di aprile 2014 gli apicoltori sloveni si sono trovati a constatare enormi perdite di colonie di api. La Unaapi precisa che la moria ha colpito in particolare il 21 aprile la zona di Renkovci e Moravske Toplice, nella regione della Pomurje, area con vaste aree a coltivazione intensiva di colza. L'Associazione degli Apicoltori Sloveni ha addebitato la responsabilità non agli agricoltori, ma alle aziende che producono e vendono pesticidi, dichiarando che non sempre sanno cosa c'è esattamente nei prodotti che acquistano e usano. La Unaapi annuncia che sono quindi partite le prime indagini per compredere le cause della nuova moria di api.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: