le notizie che fanno testo, dal 2010

Tito Boeri: pagamento pensioni da giugno 2015 ogni primo del mese

Tito Boeri, presidente dell'Inps, annuncia che da giungo 2015 tutte le prestazioni, dalle pensioni alle indennità di accompagnamento, saranno pagate ogni primo del mese.

Tito Boeri, presidente dell'Inps, anticipa le proposte che l'istituto di previdenza proporrà al governo Renzi per modificare la legge Fornero. In una intervista a La Repubblica, Tito Boeri però chiarisce che da giugno l'Inps intende pagare tutte le prestazioni, dalle pensioni alle indennità di accompagnamento, "il primo di ogni mese e non più come adesso in date differenti in relazione alla prestazione e al fondo di gestione". Tito Boeri corregge quindi quell'effetto di un recente provvedimento normativo che unificava le pensioni, le quali però sarebbero state liquidate dieci giorni più tardi con il rischio di creare "problemi di liquidità" ai pensionati più poveri. Il presidente dell'Inps sottolinea: "E' il primo passo verso l'unificazione delle pensioni. Perché - anomalia italiana - molti pensionati ricevono pezzi di pensioni da fonti diverse. Per ogni due pensionati ci sono tre pensioni erogate. Unificando i trattamenti semplificheremo la vita di tutti e avremo dati più trasparenti". Accolgono con soddisfazione la proposta di Tito Boeri i segretari generali di Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil Carla Cantone, Gigi Bonfanti e Romano Bellissima, sottolineando in una nota che se il presidente dell'Inps riuscirà davvero a pagare tutte le pensioni il primo del mese allora vorrà dire che "avrà accolto una richiesta che gli avevamo fatto unitariamente come sindacati dei pensionati in un recente incontro che abbiamo avuto con lui". Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil concludono: "Fin da subito avevamo giudicato negativamente la norma che spostava il pagamento degli assegni previdenziali al 10 del mese, perché metteva in ulteriori difficoltà pensionati ed anziani. Se davvero da giugno si pagheranno tutte al primo del mese vuol dire che finalmente è stata fatta una cosa di buon senso". Tito Boeri assicura che l'operazione andrà in porto, precisando: "Abbiamo chiesto alle banche di condividere la nostra proposta. Le Poste hanno già accettato, entro mercoledì aspettiamo la risposta degli istituti di credito".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: