le notizie che fanno testo, dal 2010

Subiaco: figlio mura cadavere del padre per riscuotere pensione

A Subiaco (Roma) un uomo di 44 anni ha murato dentro una stanza il cadavere del padre, dopo averlo avvolto con nastro isolante da pacchi e cellophane, probabilmente per continuare a riscuotere la pensione da 1.400 euro al mese del genitore, come ipotizzano i carabinieri.

Avvolge il padre, un uomo di 85 anni ex tipografo del Vaticano, con nastro isolante da pacchi e cellophane e poi mura il cadavere in una stanza in contrada La Maina, a Subiaco (Roma). Secondo la confessione del figlio, il padre sarebbe morto nell'agosto del 2011, e stando alle ipotesi degli inquirenti, l'uomo di 44 anni avrebbe deciso di nascondere a tutti il decesso per continuare a ritirare la pensione da 1.400 euro al mese del genitore. Il 44enne sarebbe un tossicodipendente con precedenti per stupefacenti, ed il ritrovamento del cadavere occultato sarebbe avvenuto per caso. I carabinieri della compagnia di Tivoli e di Subiaco si sarebbero recati presso l'abitazione dell'uomo a seguito di una segnalazione. Una volta in casa, i militari hanno notato la stanza chiusa da una porta sigillata con del silicone. Chiedendo spiegazioni, l'uomo avrebbe risposto che non si poteva entrare perché all'interno "c'era il padre che stava male". Naturalmente insospettiti, i carabinieri hanno insistito con le domande, fino alla confessione del 44enne. Una volta aperta la stanza, i militari hanno scoperto il cadavere ormai mummificato dell'ex tipografo. L'autopsia servirà per confermare o meno la data della morte, indicata dall'uomo nell'agosto 2011, ma anche per stabilire con certezza le cause del decesso.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: