le notizie che fanno testo, dal 2010

Pensioni su conto corrente. La manovra pensa alla riserva frazionaria?

Mario Monti parla di una manovra equa, ma il provvedimento che prevede di far aprire a tutti i pensionati e dipendenti pubblici un conto corrente (prelievo solo fino a 500 euro) sembra essere pensato più per le banche e la loro "riserva frazionaria".

Tale notizia dovrebbe essere ripetuta in ogni edizione dei TG, nonché meritare un box in ogni pagina di giornale, visto che presto andrà a modificare le abitudini di milioni di cittadini. Anzi, di pensionati. Mario Monti e il suo governo, infatti, nello stilare la manovra dal nome forse un po' pretenzioso "Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici", e quindi ribattezzata più "modestamente" come "salva Italia", sembra essersi concentrato infatti in particolare sul settore pensionistico. Oltre alle annunciate riforme (leggi "Pensioni: addio a quelle d'anzianità. Fornero, lacrime di coccodrillo?" http://is.gd/AcEDqx), Monti ha infatti inserito nel pacchetto (di Natale) anche una ulteriore sorpresa per tutti i pensionati. A breve, infatti, non sarà più possibile ritirare in contanti la pensione sopra i 500 euro. Stesso discorso vale per gli stipendi pubblici. La parte restante dovrà essere depositata in un conto corrente (bancario o postale), comprese le carte prepagate. Tutto questo, naturalmente, per "favorire la modernizzazione e l'efficienza degli strumenti di pagamento", come si legge all'articolo 12 della manovra (http://is.gd/YwCYz1), e per combattere l'evasione fiscale. I più maliziosi potrebbero invece forse pensare che quello del governo Monti potrebbe essere semplicemente un "regalo" fatto alle banche, che a breve vedranno aumentare (si parla di circa 17 milioni di pensionati, senza contare i dipendenti pubblici) vertiginosamente il numero di conti correnti. Anche se per le pensioni minime le spese del conto corrente non dovrebbero essere a carico del pensionato (il ministero dell'Economia e l'Associazione bancaria italiana stanno stipulando una convenzione ad hoc), questo discorso non vale per tutti gli altri, che saranno quindi costretti ad aprirsi, e a pagare, un conto corrente solo per far transitare il loro denaro. Il beneficio, per le banche, sembra essere evidente. Qualcun'altro potrebbe invece ipotizzare che tale provvedimento potrebbe essere stato adottato pensando alla cosiddetta "riserva frazionaria", che permette "a fronte di un nuovo deposito" di generare "un nuovo prestito, che potrà divenire un nuovo deposito presso una seconda banca e da questo deposito si potrà creare un prestito che diverrà nuovo deposito per un'altra banca, e così via ricorsivamente" (Wikipedia), dove solo una percentuale del deposito sarà trasformato in riserva (pari al 2%). "Questo significa per fare un esempio, - spiega sempre Wikipedia - che a fronte di una percentuale di riserva pari al 2%, il sistema bancario può arrivare a prestare fino a 50 volte tanto. Conseguentemente aumentano anche i depositi presso il sistema bancario".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: