le notizie che fanno testo, dal 2010

Pensioni sopra 1000 euro: da 1 luglio stop contanti. INPS avvisa

Dal 1 luglio scatta lo stop del pagamento in contanti per le pensioni sopra i mille euro. Obbligatorio quindi aprire un conto corrente, massimo entro settembre altrimenti "le somme accantonate saranno restituite all'Inps".

Con l'entrata definitiva in vigore del divieto per la pubblica amministrazione di effettuare pagamenti in contanti sopra i mille euro in su, anche le pensioni sopra tale cifra non verranno più erogate, se non in possesso di un conto corrente.
Tutto questo, naturalmente, per combattere l'evasione fiscale attraverso la tracciabilità dei pagamenti, anche se qualcuno, nei mesi scorsi, non ha mancato di sottolineare che comunque tale norma inserita nel "Salva Italia" (inizialmente l'importo era stato fissato a 500 euro) sembra essere un bel "regalo" per le banche, non solo per aver visto in poco tempo l'apertura di un numero consistente di nuovi conti correnti ma anche, e soprattutto, per quel meccanismo della "riserva frazionaria" che permette "a fronte di un nuovo deposito" di generare "un nuovo prestito, che potrà divenire un nuovo deposito presso una seconda banca e da questo deposito si potrà creare un prestito che diverrà nuovo deposito per un'altra banca, e così via ricorsivamente" (Wikipedia).
L'Inps precisa inoltre che la legge "prevede anche una fase transitoria di tre mesi a partire dal 1 luglio durante la quale l'Istituto deve continuare a disporre i pagamenti mensili in attesa che il pensionato effettui la scelta delle modalità alternative alla riscossione in contanti: i pagamenti disposti saranno sospesi da Poste Italiane o dalle Banche, che verseranno le somme in un conto di servizio transitorio, per trasferirle poi, senza oneri per il beneficiario, sul conto corrente o libretto aperto dal pensionato".
Attenzione, però. l'Inps avvisa che "in caso contrario, le somme accantonate saranno restituite all'Inps una volta decorso il termine del 30 settembre 2012".
Infine, l'Inps ricorda che "nei mesi di luglio, agosto e settembre il pensionato può comunque ottenere il pagamento mediante assegno di traenza, anche se non ancora titolare di conto o libretto".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: