le notizie che fanno testo, dal 2010

Pensioni opzione donne proroga Inps al 31 dicembre 2015

Per le pensioni si attende la circolare Inps in merito all'opzione donne, che proroga i termini delle domande al 31 dicembre 2015. Con tale proroga dell' "opzione donne" le lavoratrici dipendenti con 35 anni di versamenti potranno quindi andare in pensione anticipata (57 anni, mentre a 58 anni per le lavoratrici autonome) "fino al 31 dicembre 2015".

Dopo l'emendamento alla legge di stabilità 2015, che elimina le penalizzazioni per chi decide di andare in pensione anticipata, cioè prima dei 62 anni, le lavoratrici attendono la prevista circolare dell'Inps (come anticipa il Corriere.it) che dovrebbe permettere alle donne di andare a riposo se hanno solo 57 anni di età e 35 anni di contributi. Le donne lavoratrici che decideranno di andare in pensione in questo modo, però, vedranno il proprio assegno previdenziale calcolato interamente con il metodo contributivo. Se l'Inps firmerà questa circolare, si riapriranno quindi i termini per la cosiddetta "opzione donne", scaduti ieri. Con tale proroga dell' "opzione donne" le lavoratrici dipendenti con 35 anni di versamenti potranno quindi andare in pensione anticipata (57 anni, mentre a 58 anni per le lavoratrici autonome) "fino al 31 dicembre 2015". Le lavoratrici, però, dovranno dimenticarsi del sistema retributivo per il calcolo delle loro pensioni, poiché l'assegno verrà calcolato solo con il contributio è il "rischio" è vederlo ridurre fino ad un 20%.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: