le notizie che fanno testo, dal 2010

Pensione donne P.A. a 65 anni: la norma nella manovra

Il Consiglio dei Ministri trova l'accordo e la norma che innalzerà a 65 anni l'età pensionabile delle donne della pubblica amministrazione sarà inserita nella manovra correttiva.

Il Consiglio dei Ministri ha raggiunto un accordo e la norma che innalzerà a 65 anni l'età pensionabile delle donne della pubblica amministrazione sarà introdotta nella manovra correttiva. La Commissione europea, infatti, non aveva lasciato spazio alla trattativa di innalzare l'età gradualmente. Per Bruxelles, che applica una sentenza della Corte di Giustizia, non è ammissibile questa discriminazione tra impiegati di sesso opposto negli uffici pubblici. Quindi nel 2011 l'età pensionabile sarà aumentata a 61 anni e dal 2012 le donne assunte dallo Stato dovranno attendere i 65 anni (rispetto ai 60 attuali) per andare in pensione. Comunque sia l'accordo contentirà di certificare "il diritto maturato dal 2011 in modo che anche restando al lavoro le donne possano far valere il loro diritto", come dichiara il Ministro del Welfare Maurizio Sacconi.

© riproduzione riservata | online: | update: 24/07/2010

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Pensione donne P.A. a 65 anni: la norma nella manovra
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Il sito utilizza cookie di 'terze parti', se prosegui la navigazione o chiudi il banner acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickquiCHIUDI