le notizie che fanno testo, dal 2010

Governo Renzi, pensioni: necessari 4 mesi in più. Sistema quota sale a 97,6

Nuove regole per maturare il diritto alla pensione. Con la pubblicazione del decreto del ministero dell'Economia, il governo Renzi cambia i requisiti d'età per maturare la pensione e viene reintrodotto il sistema delle quote, che sale a 97,6, e dovrebbe valere anche per gli esodati.

Non inizia nel migliore dei modi il 2015 per i prossimi pensionati. Allo scadere del 2014, infatti, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del ministero dell'Economia che rivela come, per andare in pensione, saranno necessari 4 mesi in più a partire dal 2016. I requisiti d'età per le diverse categorie, lavoratori del pubblico o del privato, uomini e donne, saranno così spostati in avanti di una stagione. Dal 2016, quindi, per gli uomini le pensioni di vecchiaia scatteranno a 66 anni e 7 mesi, così come per le donne della Pubblica Amministrazione. Le dipendenti del privato andranno invece in pensione a 65 anni e 7 mesi, mentre per le lavoratrici autonome il nuovo limite sarà di 66 anni e 1 mese. Tra le novità inserite nel decreto del governo Renzi, il ritorno del sistema delle quote che vigeva per tutti i lavoratori prima dell'arrivo della riforma Fornero, che dovrebbe essere applicato anche agli esodati. Da gennaio 2016, quindi, il diritto alla pensione verrà conquistato solo una volta raggiunta quota 97,6.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: