le notizie che fanno testo, dal 2010

Texas: iniezione letale per Stroman, "vendicatore" dell'11 settembre

Dopo l'11 settembre 2001 il mondo non è più lo stesso, purtroppo sempre più diviso tra Occidente e mondo arabo. L'attentato alle Torri Gemelle ha cambiato la vita di milioni di persone, compresa quella di Marl Stroman, ucciso oggi nelle carceri del Texas, USA.

Dopo l'11 settembre 2001 il mondo non è più lo stesso, purtroppo sempre più diviso tra Occidente e mondo arabo. L'attentato alle Torri Gemelle di New York ha cambiato la vita di milioni di persone, compresa quella di Marl Stroman, un suprematista bianco che fece parte anche di una organizzazione chiamata Fratellanza ariana. Marl Stroman è morto perché in Texas, negli Stati Uniti, vige ancora la pena capitale, quando cioè un tribunale stabilisce che un essere umano non ha possibilità di riabilitazione e lo condanna quindi a morte. Marl Stroman aveva un passato di rapine a mano armata, ma a segnare la sua vita è stato l'11 settembre. Nei giorni successivi l'attentato commise una serie di delitti di stampo razzista con l'idea di "vendicare" quanto era successo a New York. Il suo obiettivo erano i musulmani, perché gli Stati Uniti e il mondo intero li avevano già addidati come i "cattivi" del momento. Ma Marl Stroman uccise invece due persone originarie del subcontinente indiano, un pachistano e un indiano. Perché a muovere la mano di Stroman è stato solamente il pregiudizio e l'ignoranza. L'assassino ferì anche un terzo uomo, Rais Bhuiyan, nato in Bangladesh, che perse un occhio. E Bhuiyan si è battuto fino all'ultimo per cercare di salvare la vita di Marl Stroman. Ma né la Corte né lo Stato del Texas, che nel 2011 ha già ucciso 8 carcerati, è riuscita ad essere clemente. Solo l'unica vittima sopravvissuta di una follia omicida è riuscita a perdonare il suo carnefice. Ma come si dice, è dalla condizione delle carceri che si misura il livello di civiltà di un Paese.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: