le notizie che fanno testo, dal 2010

Taranto: in moto senza patente e assicurazione. Arrestato sorvegliato speciale

"I Carabinieri dell'Aliquota Radiomobile della Compagnia di Taranto hanno arrestato, per violazione delle prescrizioni relative alla Sorveglianza Speciale di Polizia di Stato cui era sottoposto, un 42enne, tarantino", scrive in una nota la Benemerita.

"Ieri pomeriggio, i Carabinieri dell'Aliquota Radiomobile della Compagnia di Taranto hanno arrestato, per violazione delle prescrizioni relative alla Sorveglianza Speciale di Polizia di stato cui era sottoposto, un 42enne, tarantino. L'uomo, pensando di poter scorrazzare indisturbato, in sella alla sua moto, tra le vie del rione Tamburi, in un tranquilla domenica pomeriggio, è stato bloccato da una pattuglia dell'Aliquota Radiomobile in via Napoli del capoluogo jonico" viene rivelato in una nota dell'Arma.
"I militari infatti, notandolo transitare privo del casco, lo raggiungevano intimandogli l'alt. Dopo un timido tentativo di sviare il controllo, il 42enne è stato costretto a fermare la sua marcia, permettendo ai militari di identificarlo. In un primo momento, alla richiesta dei documenti, l'uomo, sperando di farla franca, mostrava loro la patente di cui era in possesso. Non immaginava probabilmente che i controlli effettuati in Banca Dati forze di polizia sono molto più approfonditi e completi. Infatti, subito è risultato agli operatori della Centrale Operativa che quella patente era stata revocata, per cui il pregiudicato era responsabile della violazione relativa alla guida senza patente. Emergeva inoltre che l'uomo era in atto sottoposto alla Sorvegliato Speciale con obbligo di soggiorno nel capoluogo, e per tali motivi, veniva arrestato in flagranza di reato" proseguono i Carabinieri.
"Neanche a dirlo, da ulteriori accertamenti esperiti, il ciclomotore è risultato privo di copertura assicurativa e con matricola del telaio illeggibile, per cui sono in corso accertamenti per eventuali altri reati contestabili. Il 42enne, su disposizione delpm di turno presso la Procura della Repubblica di Taranto è stato accompagnato presso la sua abitazione, ove veniva sottoposto agli arresti domiciliari" si spiega in conclusione dalla Benemerita.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: