le notizie che fanno testo, dal 2010

Deltaplano e parapendio: 2012 trionfale, 2013 mondiale. Aspettando Sopot

Deltaplano e parapendio volano con la bandiera italiana nei cieli di tutto il mondo inanellando campionati mondiali e competizioni internazionali. Dopo un 2012 trionfale il 2013 si apre a Forbes, Australia, a cinque ore da Sydney, con il terzo titolo mondiale consecutivo. Aspettando il mondiale di parapendio di Sopot, Bulgaria, il prossimo luglio.

Il deltaplano e il parapendio portano in alto la bandiera tricolore nel mondo. Un'Italia che, come comunica la FIVL (AeCI-CONI) - Federazione Italiana Volo Libero "non conosce crisi di sorta, a partire dalle medaglie agli europei che, insieme ai titoli mondiali vinti negli anni precedenti, confermano ancora una volta gli azzurri ai vertici internazionali". Nel 2012 in Turchia, nei cieli di Kayseri, si legge nella nota della FIVL, "sono state conquistate due medaglie d'oro, una dalla squadra di deltaplano su 17 nazioni, ed una individuale da Alessandro Ploner, pilota di San Cassiano (Bolzano) già più volte campione del mondo e d'Europa, su oltre 100 partecipanti. Invece da Saint-André-les-Alpes in Francia una eccellente Nicole Fedele, pilota di Gemona del Friuli (Udine), ha portato in Italia la medaglia d'oro degli europei di parapendio, presenti 134 piloti da 26 nazioni". La Federazione continua nella sua sintesi del 2012: "E' stata anche una fantastica stagione per il torinese Marco Littamè che dopo il titolo italiano 2012, ha conquistato anche quello di campione europeo PWC 2012, vale a dire la Coppa del Mondo di parapendio, una manifestazione che porta i piloti a viaggiare per mezzo mondo". Ma anche il 2013 si apre con un medagliere mondiale nei cieli dell'Australia dove si è appena celebrato il campionato del mondo di deltaplano, a Forbes (New South Wales, a cinque ore da Sydney), dal 5 al 18 gennaio. La squadra azzurra ha inanellato il terzo titolo mondiale consecutivo che va ad aggiungersi ai due titoli europei ed altri tre mondiali vinti in precedenza. Dopo gli azzurri si sono classificati Stati Uniti e Gran Bretagna. Hanno partecipato al mondiale australiano Alessandro Ploner (San Cassiano, Bolzano), Christian Ciech di Mornago (Varese), Tullio Gervasoni di Brescia, Davide Guiducci di Villa Minozzo (Reggio Emilia), Suan Selenati di Arta Terme (Udine) e Filippo Oppici di Parma; CT Flavio Tebaldi di Venegono Inferiore (Varese). Sarà invece Alberto Castagna di Milano, team leader della squadra di parapendio, a decidere la formazione che parteciperà ai campionati del mondo di Sopot (Bulgaria) dal 13 al 26 luglio.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: