le notizie che fanno testo, dal 2010

Sparatoria Tribunale di Milano: 4 morti. Killer era accusato di bancarotta

Un uomo, accusato di bancarotta, ha sparato all'interno del tribunale di Milano, uccidendo 4 parsone, tra cui il giudice della sezione fallimentare Fernando Ciampi e l'avvocato Lorenzo Alberto Claris Appiani. Forse un metal detector non era funzionante.

Quadruplo omicidio al tribunale di Milano. Nella tarda mattinata all'interno del Palazzo di Giustizia si sono sentiti improvvisamente degli spari, e le persone all'interno dell'edificio sono immediatamente fuggite. Purtroppo, però, la tragedia si era già consumata. Stando alle prime ricostruzioni, Claudio Giardiello, un imputato accusato di bancarotta, avrebbe sparato ed ucciso 4 persone, tra cui il magistrato Fernando Ciampi, giudice della sezione fallimentare, ucciso nella sua stanza al secondo piano del Palazzo di Giustizia di Milano. La seconda vittima accerata è l'avvocato Lorenzo Alberto Claris Appiani. Colpito a morte anche Giorgio Erba, coimputato con Claudio Giardiello assieme a Davide Limongelli, rimasto quest'ultimo invece ferito. Ancora da identificare la quarta vittima. Dopo aver aperto il fuoco in tribunale, Claudio Giardiello è riuscito a fuggire in moto ma dopo circa un'ora l'uomo è stato arrestato dai Carabinieri di Vimercate (Monza e Brianza). Ancora da accertare come sia stato possibile che un uomo sia entrato armato in Tribunale. Stando al racconto di un testimone, come riporta l'Ansa, uno dei metal detector sarebbe stato non funzionante, pare quello presso l'ingresso laterale di via Carlo Freguglia.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: