le notizie che fanno testo, dal 2010

Seveso: bimbo 3 anni chiede a papà di rimanere, lui strangola compagna 29enne

Chiama un parente e confessa: "Ho fatto una fesseria". Un 56enne di Seveso ha appena stragolato la madre dei suoi due figli mentre questi erano in casa. Poche ore prima la trageedia, la donna, 29 anni, aveva chiamato i Carabinieri perché era stata aggredita.

Tragedia a Seveso. Una donna peruviana di 29 anni, Elizabeth Huayta Quispe, è stata uccisa nella serata di ieri dal compagno 56enne. Stando alle prime ricostruzioni, l'uomo avrebbe strangolato la 29enne, che avrebbe voluto separasi, al termine di un litigio e quando in casa c'erano anche i loro due figli, di tre e un anno.

Dopo l'omicidio, l'uomo avrebbe quindi chiamato un parente confessando: "Ho fatto una fesseria, ho ucciso la madre dei miei figli". Mentre sul posto accorrevano le forze di polizia ed i sanitari, l'uomo avrebbe dapprima scritto una lettera confessione e poi tentato di nascondere dietro un mobile il corpo senza vita della moglie, apparentemente con l'intenzione di non farlo vedere al figlio di 3 anni.

A rendere più drammatica l'intera vincenda il fatto che qualche ora prima del delitto la 29enne aveva chiamato i carabinieri che si erano recati nell'appartamento in piazza Mazzini. La donna aveva spiegato di essere stata aggredita, pare solo verbalmente, dal marito e chiedeva ai militari di allontanarlo da casa. L'uomo avrebbe cominciato a fare una valigia ma, stando almeno a quanto si apprende, il figlio di 3 anni in preda alla disperazione avrebbe chiesto al papà di rimanere. A quel punto la donna avrebbe concesso all'uomo di rimanere a casa, ma solo per quella notte. Un paio d'ore dopo, l'omicidio.

© riproduzione riservata | online: | update: 24/11/2016

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

argomenti correlati:
militari omicidio Seveso
social foto
Seveso: bimbo 3 anni chiede a papà di rimanere, lui strangola compagna 29enne
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI