le notizie che fanno testo, dal 2010

Scomparsa Maelys: 34enne confessa omicidio. E' un serial killer?

Il 34enne sospettato della scomparsa di Maelys ha confessato l'uccisione "involontaria" della bambina. A dicembre l'uomo è stato incriminato per l'omicidio di un militare, e si teme possa essere un serial killer.

Nordahl Lelandais, il 34enne sospettato nel caso della scomparsa della bambina di nove anni Maelys De Araujo, di cui si sono perse le tracce nell'agosto scorso durante una festa di matrimonio vicino Grenoble, ha confessato di aver ucciso "involontariamente" la piccola e di "essersi sbarazzato del corpo".
Il 34enne, ex militare amico del padre della vittima, ha anche indicato il luogo sulle Alpi francesi dove si trova il corpo della bambina.

Durante questi 6 mesi di indagini si sono accumulate sempre più prove contro Lelandais, tra cui le tracce di DNA di Maelys rilevate sulla sua auto e le immagini di una telecamera di sorveglianza che inquadra il veicolo che lasciava il parcheggio del locale dove si stava festeggiando il matrimonio con a bordo "una figura con indosso un abito bianco" che secondo i genitori era simile a quello indossato dalla bambina durante la festa. I cani poliziotto avevano individuato le ultime tracce di Maelys proprio in quel grande parcheggio.

Lelandais è stato inoltre incriminato nel dicembre scorso per l'omicidio di un militare, e dopo la confessione la polizia sta cominciando a rivedere i casi delle persone scomparse nella regione nel timore che l'uomo possa rivelarsi un serial killer.

© riproduzione riservata | online: | update: 15/02/2018

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Scomparsa Maelys: 34enne confessa omicidio. E' un serial killer?
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI