le notizie che fanno testo, dal 2010

Omicidio Fortuna Loffredo: rete di pedofili nel palazzo? Chiesta riesumazione di Antonio Giglio

Si allargano a tre le inchieste sul caso dell'omicidio della piccola Fortuna Loffredo. Gli inquirenti sono sempre più convinti che in quel palazzo nel Parco Verde di Caivano si sia nascosta una vera e propria rete di pedofili. Anche per questo si ipotizza la riesumazione del corpo di Antonio Giglio, 3 anni, morto nell'aprile del 2013 in circostanze analoghe a quelle di Fortuna Loffredo. Antonio Giglio, 3 anni, è il figlio di Marianna Fabozzi, la compagna 26enne di Raimondo Caputo.

Si allargano a tre le inchieste sul caso dell'omicidio della piccola Fortuna Loffredo, avvenuto il 24 giugno 2014 nel Parco Verde di Caivano (Napoli). Oltre all'indagine sugli abusi sessuali e l'omicidio della bambina di 6 anni sono stati infatti aperti altri due fascicoli: il primo riguarda i favoreggiamenti, cioè di chi sapeva e non ha parlato (oppure ha sviato l'inchiesta), il secondo è sull'aggressione all'uomo accusato di aver gettato Fortuna Loffredo dall'ottavo piano del palazzo. Raimondo Caputo, 44 anni, è detenuto nel carcere di Poggioreale (era già in carcere per abusi sessuali ai danni di un'altra bimba di tre anni, figlia della compagna) ed è stato colpito con un pugno nonostante fosse rinchiuso in una sezione protetta.

Tra gli indagati per favoreggiamento c'è invece la donna, che abitava sempre nello stesso palazzo degli orrori di Caivano, che gli investigatori ritengono abbia raccolto la scarpa persa da Fortuna Loffredo al momento della morte, incastrata da una intercettazione. Tra le fine del 2014 e l'inizio del 2015 un'altra coppia di inquilini era inoltre finita agli arresti per pedofilia, accusata di aver abusato della figlia 12enne. Gli inquirenti sono sempre più convinti che in quel palazzo nel Parco Verde di Caivano si sia nascosta una vera e propria rete di pedofili.

Anche per questo si ipotizza la riesumazione del corpo di Antonio Giglio, morto nell'aprile del 2013 in circostanze analoghe a quelle di Fortuna Loffredo. Antonio Giglio, 3 anni, è il figlio di Marianna Fabozzi, la compagna 26enne di Raimondo Caputo ai domiciliari per concorso in abusi sessuali ai danni di una delle tre figlie. Antonio Giglio era quindi il fratellino della bimba che avrebbe subito gli stessi abusi di Fortuna e della bambina, oggi 11 anni, che ha trovato il coraggio di raccontare tutto agli inquirenti. La bambina era compagna di giochi di Fortuna, detta Chicca, nonché vittima degli stessi abusi, come riportato in un verbale che va ad inchiodare Raimondo Caputo che invece continua a dirsi innocente. La bambina è riuscita a raccontare tutta la sua verità solo quando è stata allontanata dal contesto familiare (e sociale) e affidata ai servizi sociali insieme alle sue due sorelline.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: