le notizie che fanno testo, dal 2010

Omicidio Daniele Fulli: non spari ma colpito da punteruolo. Forse seviziato

La Procura di Roma indaga per omicidio volontario per la morte di Daniele Fulli, che potrebbe essere morto non per due spari. Invece che di proiettili, le ferite all'inguine e al collo potrebbero essere state fatte con un'arma simile ad un punteruolo. Il dubbio degli inquirenti è che Daniele Fulli, omosessuale, possa essere stato anche seviziato.

La Procura di Roma ipotizza l'omicidio volontario in merito alla morte di Daniele Fulli, il 28enne scomparso il 4 gennaio e trovato senza vita sulle rive del Tevere, presso il quartiere della Magliana. Dopo i primi accertamenti, però, gli inquirenti svelano che Daniele Fulli non sarebbe morto a causa di due proiettili. I due fori sul corpo del ragazzo, uno all'inguine e l'altro sul collo, corrisponderebbero infatti ai segni che lascia un'arma simile ad un punteruolo. Il dubbio è che Daniele Fulli possa essere stato anche seviziato prima di essere ucciso, probabilmente in un luogo diverso dal ritrovamento del cadavere, ritrovato in via Pescaglia. In queste ore, quindi, si scava nella vita di Daniele Fulli, che non ha mai fatto mistero della sua omosessualità e che pare abbia avuto in passato una relazione con Simone, il giovane che si suicidò nell'ottobre scorso alla Pantanella perché si sentiva vittima di omofobia. Fabrizio Marrazzo, portavoce dell'associazione romana Gay Center, non sembra infatti avere dubbi sul movente dell'omicidio di Daniele Fulli, spiegando che "l'omofobia è sicuramente uno degli elementi rilevanti del caso", e azzarda: "La dinamica del delitto di Fulli risulta simile a quella degli altri 35 omicidi rimasti insoluti tra gli anni '90 e i primi anni 2000". In attesa dei primi risvolti nell'indagine, il Gay Center annuncia che giovedì 9 gennaio verrà affisso alla gay street di via di San Giovanni in Laterano, comunità che Daniele Fulli frequentava, uno striscione in suo ricordo ma anche per "chiedere che sul suo caso si faccia chiarezza perché la sua morte non rimanga senza verità e giustizia".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: