le notizie che fanno testo, dal 2010

Omicidio Ashley Olsen a Firenze: trovato un reggiseno su bici di un vicino

Si infittisce il giallo sull'omicidio di Ashley Olsen, la 35enne attrice cittadina statunitense trovata morta nel tardo pomeriggio del 9 gennaio nel suo appartamento, nel centro di Firenze. Ritrovato un reggiseno di pizzo nero sul sellino di una bicicletta con un lucchetto ad alcune decine di metri dall'abitazione di Ashley Olsen. Tiene l'alibi del fidanzato di Ashley Olsen. L'ultimo posto in cui Ashley Olsen è stata vista viva è stato all'interno del locale Montecarla di via de' Bardi.

Si infittisce il giallo sull'omicidio di Ashley Olsen, la 35enne attrice cittadina statunitense trovata morta nel tardo pomeriggio del 9 gennaio nel suo appartamento, nel centro di Firenze. Non è stato necessario attendere l'autopsia per capire che Ashley Olsen, appassionata d'arte e da tre anni a Firenze, è stata strangolata, e che prima di morire probabilmente la 35enne ha cercato di difendersi dal suo aggressore. Sul corpo della vittima, infatti, ecchimosi e segni di una colluttazione. A scoprire il corpo il fidanzato Federico Fiorentini, un pittore fiorentino 40enne, che si è fatto aprire la porta dell'abitazione dalla proprietaria di casa. Agli investigatori il pittore ha raccontato che tre giorni prima aveva litigato con Ashley Olsen, e di non averla più sentita da allora. Dopo giorni di silenzio, però, è salita quella preoccupazione che l'ha portato fino al luogo del delitto. Pare che la porta d'ingresso non presenti alcun segno di forzatura e dunque la vittima avrebbe aperto all'assassino che forse conosceva.

L'ultimo posto in cui Ashley Olsen è stata vista viva è stato all'interno del locale Montecarla di via de' Bardi. Gli investigatori non sembrano infatti sospettare del fidanzato, che avrebbe un alibi, concentrando le indagini su chi la 35enne possa aver incontrato nella notte tra giovedì e venerdì (7 e 8 gennaio). Gli inquirenti attendono l'esito dell'autopsia (prevista per oggi) per valutare se ci sia stato un approccio di tipo sessuale. Federico Fiorentini ha infatti rinvenuto il cadavere di Ashley Olsen senza i vestiti.

Il cellulare della donna non sarebbe stato ancora trovato e risulta staccato dal mattino di venerdì 8 gennaio, quindi il giorno precedente al ritrovamento del cadavere. Sequestrato invece un reggiseno di pizzo nero abbandonato sul sellino di una bicicletta con un lucchetto ad alcune decine di metri dall'abitazione di Ashley Olsen. Al momento però non ci sono elementi che possano far pensare che sia appartenuto alla 35enne. Sotto sequestro anche il computer della 35enne, poiché sarebbe rimasto acceso fino all'ora di pranzo dell'8 gennaio. E' stata Ashley Olsen ad utilizzarlo oppure il suo assassino, magari in cerca di qualcosa? Gli investigatori comunque ipotizzano che possa essersi trattato di un omicidio d'impeto, un raptus. Potrebbero essere decisive per la risoluzione del caso le telecamere che inquadrano le vie attorno all'appartamento dove abitava la giovane, in via Santa Monica.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: