le notizie che fanno testo, dal 2010

Duplice omicidio Brescia: confessano i due stranieri arrestati

"Abbiamo raccolto la confessione piena di chi ha commesso il duplice omicidio. Gli autori sono gli stessi dell'agguato di un mese fa ai danni del dipendente dei Seramondi" rende noto il procuratore capo di Brescia commentando l'arresto dei presunti killer dei titolari della pizzeria da asporto "Da Frank".

"Abbiamo raccolto la confessione piena di chi ha commesso il duplice omicidio. Gli autori sono gli stessi dell'agguato di un mese fa ai danni del dipendente dei Seramondi" rende noto il procuratore capo di Brescia commentando l'arresto dei presunti killer dei titolari della pizzeria da asporto "Da Frank". Secodo la procura ad uccidere sono stati un indiano e di un pakistano, quest'ultimo gestore di un locale situato vicino a quello dei due coniugi Seramondi. Proprio il pakistano, dopo aver esploso quattro colpi di pistola contro i due titolari della pizzeria, sarebbe tornato nel suo locale e poco dopo si è fatto intervistare in televisione per commentare il brutale omicidio. I due presunti killer sono stati fermati nel primo pomeriggio di domenica, con il procuratore capo che precisa: "Fondamentali per individuare gli autori sono state le videoregistrazioni effettuate all'interno e all'esterno del locale dove è avvenuto il duplice omicidio". Gli inquirenti informano inoltre che i due "stavano tentando di distruggere il motorino usato per la spietata esecuzione dell'omicidio". Recuperato invece in un campo l'arma del delitto, un fucile a canne mozze. Stando alle ricostruzioni degli investigatori, l'indiano e il pakistano sarebbero arrivati nei pressi della pizzeria dei Seramondi alle ore 8:20 circa dell'11 agosto e si sarebbero nascosti in un edificio in disuso, prima di entrare nell'esercizio dei coniugi e fare fuoco contro i titolari. Secondo il procuratore, i due sarebbero anche i responsabili dell'agguato avvenuto circa un mese fa a un dipendente del locale dei Seramondi, un pizzaiolo albanese di 42 anni, rimasto ferito. Gli inquirenti ipotizzano che il movente del duplice omicidio è da ricercare nella rivalità tra le due attività commerciali, situate una di fronte all'altra.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# agguato# Brescia# omicidio