le notizie che fanno testo, dal 2010

Castel San Pietro Terme: 75enne morto in casa, fermato nigeriano richiedente asilo

E' stato fermato un 25enne nigeriano richiedente asilo per l'omicidio del 75enne imprenditore imolese trovato morto nella propria abitazione a Castel San Pietro Terme (Bologna).

"Nella mattinata del 4 gennaio veniva rinvenuto il cadavere del 75enne imprenditore imolese all'interno della propria abitazione sita sulle colline di Castel San Pietro Terme (Bologna). Fondamentale per il successivo sviluppo delle indagini si è rivelato il tempestivo intervento sulla scena del delitto dei militari della Sezione Investigazioni Scientifiche del Comando Provinciale Carabinieri che provvedevano a repertare tracce ematiche e dattiloscopiche dagli ambienti, nonché a rinvenire alcuni elementi illuminanti sul comportamento del responsabile dell'omicidio" informano in una nota dall'Arma.

"I sopralluoghi lungo le possibili vie di fuga dell'assassino permettevano dopo breve tempo di ritrovare nei pressi della via Emilia l'autovettura della vittima che era stata asportata dal garage dell'abitazione. Il meticoloso studio delle abitudini della vittima e l'audizione di numerose persone coinvolte quali conoscenti del Chiarini o degli individuati possibili sospetti - si continua dunque dalla Benemerita -, consentivano in breve tempo di concentrare l'attenzione su un 25enne nigeriano, nullafacente, celibe, richiedente asilo e ospitato nell'ultimo periodo presso il Centro di accoglienza di Castenaso. L'attivazione delle sue ricerche su tutto il territorio regionale, corroborate anche da attività tecniche, hanno infine consentito di rintracciarlo nel pomeriggio del 13 gennaio nei pressi della Stazione ferroviaria ove era di passaggio dopo essere rientrato da Rimini. Lì infatti si era rifugiato subito dopo l'omicidio con la scusa di essere alla ricerca di un lavoro. Il 25enne, dopo essere stato individuato e accompagnato in una caserma dei Carabinieri è stato sottoposto a interrogatorio dal pm procedente, ma non ha fornito alcuna spiegazione a giustificazione del quadro indiziario a suo carico, né ha fornito un alibi che lo possa scagionare dalle responsabilità attribuitegli."

I militi precisano in ultimo: "In relazione a quanto descritto, la Procura della Repubblica di Bologna nel concordare con gli attuali esiti delle indagini condotte dal Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Bologna, ha disposto che il cittadino nigeriano sia sottoposto a fermo di indiziato di delitto e custodito presso la casa circondariale di Bologna, ove attualmente è recluso. Sono ancora in corso ulteriori accertamenti per completare la ricostruzione della dinamica dell'omicidio e per delineare compiutamente le motivazioni che hanno spinto l'omicida a commetterlo."

© riproduzione riservata | online: | update: 17/01/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Castel San Pietro Terme: 75enne morto in casa, fermato nigeriano richiedente asilo
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI