le notizie che fanno testo, dal 2010

Ancona, uccide figlia 18 mesi: secretato verbale moglie di Luca Giustini

Luca Giustini, 34enne di Ancona, è ancora ricoverato in ospedale in stato confusionale dopo aver ucciso con diverse coltellate la figlia di 18 mesi. L'uomo non è stato ancora interrogato perché in stato confusionale, mentre il verbale della moglie Sara Bedini è stato secretato.

Luca Giustini, 34enne di Ancona, è ancora ricoverato in ospedale in stato confusionale dopo aver ucciso con diverse coltellate, di cui una inferta al cuore, la figlia di 18 mesi, Alessia. L'uomo è accusato di omicidio volontario aggravato dal fatto di averlo commesso su un discendente. Giustini non è stato ancora interrogato perché, a quanto pare, non sarebbe in grado di raccontare con chiarezza quanto avvenuto intorno alle ore 14:00 di ieri, mentre la moglie e l'altra figlia di 4 anni erano al mare ad attenderlo. La prima a sapere che era "successo qualcosa di orribile", come Luca Giustini ha descritto il fatto appena compiuto al telefono, è stata la moglie, Sara Bedini, 32 anni, infermiera. La donna è stata interrogata dagli inquirenti, ma il verbale è stato secretato, probabilmente per evitare che vengano diffuse a mezzo stampa particolari che dovranno ancora essere valutati. Gli investigatori sono invece in attesa che venga fissata l'udienza di convalida del fermo di Luca Giustini, che probabilmente nei prossimi giorni subirà anche una perizia psichiatrica. Attualmente, infatti, non è ancora chiaro cosa sia scattato nella mente dell'uomo tanto da spingerlo ad accoltellare la figlia di un anno e mezzo. Nel passato di Giustini non sembrano esserci episodi di violenza, né risulterebbe che l'uomo fosse in cura per problemi di natura psicologica. Prevista per oggi pomeriggio l'autopsia della piccola Alessia, per poter restituire al più presto il corpicino alla famiglia che attende di poter celebrare i funerali.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: