le notizie che fanno testo, dal 2010

Tolosa, uomo spara davanti scuola ebraica, 4 morti. E' serial killer?

Un uomo spara davanti ad una scuola ebraica a Tolosa, in Francia, uccidendo 4 persone, di cui 3 bambini. Il sospetto è che sia un serial killer.

Quattro morti, di cui 3 bambini, è il bilancio delle vittime dell'attentato avvenuto a Tolosa, davanti una scuola ebraica, dove un uomo, circa alle 8 del mattino, ha aperto il fuoco. Davanti all'istituto c'erano circa 200 persone, tra bambini e genitori, e secondo le prime ricostruzioni fornite dal procuratore Michel Valet, l'uomo prima ha sparato contro tutto quello che aveva davanti a sé e poi ha anche rincorso all'interno della scuola alcuni bambini, per poi fuggire in scooter. La tragedia ha sconvolto tutta la Francia, il ministro dell'Interno, Claude Gueant, e il presidente Nicolas Sarkozy hanno immediatamentee raggiunto Tolosa. Ma a far preoccupare ancora di più le autorità il fatto che l'episodio potrebbe non essere un gesto isolato e frutto di un raptus. Stando alle prime ricostruzioni, le munizioni e il tipo di fucile utilizzato nell'attentato sarebbe infatti dello stesso calibro di quello utilizzate dall'uomo che ha ucciso la settimana scorsa tre militari in due distinti agguati, a Tolosa e Montauban. Tra gli investigatori c'è quindi il sospetto che l'uomo che ha sparato oggi davanti alla scuola ebraica possa essere un serial killer, "un uomo di dimensioni corpulente" e "con un tatuaggio o una cicatrice sulla guancia sinistra", anche se Nicolas Sarkozy ha sottolineato che nonostante "Vi sono alcune similitudini è troppo presto per dire se questo legame sia vero oppure no".
Intanto sono state rinformate tutte le misure di sicurezza intorno alle scuole ebraiche di tutta la Francia, tanto che negli istituti i bambini non escono nemmeno nei cortili durante la ricreazione. Lo Stato d'Israele, "inorridito" per quanto successo, invita la giustizia francese a "fare luce" sull'accaduto e a consegnare alla giustizia i responsabili di questo tremento assassinio, come precisa il ministero degli Esteri israeliano, Yigal Palmor.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: