le notizie che fanno testo, dal 2010

Sannicandro di Bari: uccide moglie e figlia, ferisce figlio, poi si suicida

Ennessimo episodio di omicidio suicidio. Dopo quanto successo a Roma, la tragedia colpisce Sannicandro di Bari, dove un uomo di 55 anni, farmacista e con un passato da consigliere e assessore, uccide la moglie, eletta consiglier enel 2012, e la figlia di 19 anni. Ferito Gravemente il figlio di 14 anni. Poi l'uomo si toglie la vita.

Ennesimo episodio in pochi giorni di quello che sembra un altro omicidio suicidio. Solo ieri a Roma un uomo, guardia giurata, sparava alla moglie e si uccideva, lasciando orfano un figlio di 5 anni. Questa mattina la tragedia arriva da Sannicandro di Bari, dove un uomo di 55 anni, Michele Piccolo, farmacista nella vicina Acquaviva delle Fonti, ha ucciso con colpi d'arma da fuoco la moglie Maria Chimienti, 55 anni, e la figlia Letizia di 19 anni. Rimasto ferito invece il figlio Claudio di 24 anni, che è ricoverato in gravi condizioni al Policlinico di Bari. Stando alle prime ricostruzioni, dopo aver cercato di uccidere tutti i componenti della sua famiglia, l'uomo si è poi suicidato. Il corpo del farmacista sarebbe stato ritrovato nella piscina della villetta nella quale la famiglia abitava, ma sarà l'autopsia a stabilire le esatte cause della morte. Sembra che gli inquirenti non abbiano ancora trovato l'arma del delitto. A dare l'allarme pare sia stato un amico del 24enne, poiché il giovane non si sarebbe presentato ieri sera ad appuntamento, per andare in discoteca. Maria Chimienti era stata eletta consigliere nel giugno 2012 in una lista civica, nominata vicesindaco e assessore alla Pubblica istruzione, diritto allo studio, politiche per l'infanzia, pari opportunità, turismo e promozione delle tradizioni locali. Anche il marito, Michele Piccolo, dal 2007 al 2012, era stato consigliere e assessore.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: