le notizie che fanno testo, dal 2010

Roma, dipendente AMA accoltellato alla schiesa da amico convivente

Una lite finita in tragedia a Roma, zona Casilina. Un uomo, amico della convicente della vittima, avrebbe accoltellato un dipendente dell'Ama cercando di sedare una lite tra la coppia. Ora in stato di fermo al Regina Coeli.

Sarebbe intervenuto per sedare l'ennesima lite tra l'amica, una donna di 34 anni, e il suo convivente, 58 anni dipendente dell'Ama, ma il tutto è però finito in tragedia. Secondo le prime ricostruzioni, un uomo di 36 anni, in arresto presso il Regina Coeli con un decreto di fermo di indiziato di delitto, sarebbe intervenuto nell'appartamento della vittima, situato in zona Casilina a Roma, per cercare di calmare un litigio. Il 36enne, però, ad un certo punto avrebbe accoltellato il dipendente dell'Ama con tre colpi inferti nella schiena dell'uomo, con un coltello, pare, portato da casa sua, poiché anche lui residente nello stesso quartiere. I soccorsi sembra che siano stati chiamati dalla stessa convivente della vittima, ormai esanime a causa delle profonde ferite d'arma da taglio, e da alcuni vicini di casa. La donna è apparsa in evidente stato confusionale, ma i Carabinieri sono riusciti a risalire all'amico grazie anche alle testimonianze del vicinato. Dopo l'aggressione, sembra infatti che il 36enne sia scappato gettando in terra il coltello, poco distante dal luogo del delitto. L'accusa, per il presunto assassino, sarebbe quella di omicidio aggravato premeditato.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Carabinieri# omicidio# Regina Coeli# Roma# schiena