le notizie che fanno testo, dal 2010

Prato: il cadavere a pezzi era di una donna

Era un cadavere in pessime condizioni, ridotto in decine pezzi quello della donna ritrovata lungo l'argine del fiume Ombrone a Poggio a Caiano, in provincia di Prato.

Era un cadavere in pessime condizioni, parzialmente scarnificato, mummificato e ridotto in decine di pezzi quello della donna ritrovata lungo l'argine del fiume Ombrone a Poggio a Caiano, in provincia di Prato. Il cadavere è stato ritrovato sabato notte (26 giugno 2010) grazie ad uomo che passaggiava con il suo cane sul greto del fiume appena bonificato da una falciatrice.
Dopo la macabra scoperta i carabinieri giunti sul posto hanno trovato parti del corpo sparse in un'area di una quindicina di metri dal busto della povera donna. Nella ricerca hanno rinvenuto anche un telefono cellulare, una carta d'identità e sembra un sacchetto contenente della spesa.
Il nucleo investigativo dei carabinieri di Prato e la Scientifica di Firenze in collaborazione con il medico legale Bruno Begliomini mantengono il più stretto riserbo. Ciò che si sa è che la donna aveva 41 anni ed era polacca, probabilmente faceva la badante e la morte risale a circa cinque mesi fa. Non aveva parenti in Italia e restano aperte tutte le piste di indagine.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: