le notizie che fanno testo, dal 2010

Naro, bimbo avvelenato da cioccolatini con pesticida: spunta un SMS

Spunterebbe un SMS nella storia che ha portato alla morte Sebastian, il bimbo romeno di 5 anni avvelenato a Naro (Agrigento) dopo aver mangiato dei cioccolatini avvelenati. Qualche giorno prima dell'omicidio, la mamma di Sebastian avrebbe ricevuto il messaggio "Fuori dall'Italia".

Sembra spuntare la pista di una possibile vendetta nella tragica storia che ha portato alla morte il bambino romeno di 5 anni, Sebastian, deceduto dopo aver mangato dei cioccolatini avvelenati con un pesticida. I cioccolatini, la bottiglia di vino e le arance lasciate in un sacchetto di plastica fuori dall'abitazione della famiglia romena, a Naro, in provincia di Agrigento, forse erano diretti in particolare alla mamma dei tre bambini rimasti avvelenati. Per fortuna, i fratelli di Sebastian, Alexandro di 7 anni e Inonut di 10 anni, sono fuori pericolo. Mentre la Procura di Agrigento ha aperto un fascicolo per omicidio, gli invetigatori continuano a cercare chi e perché potrebbe aver lasciato quel saccetto di platica con del cibo avvelenato. Anche se i genitori di Sebastian fin da subito hanno sottolineato di non avere "nemici" a Naro, tra le ipotesi degli inquirenti c'è anche il fatto che i cioccolatini avvelenati potessero rappresentare una sorta di "punizione" per qualche gesto compiuto, non dai bimbi ma dai grandi. Pista che potrebbe essere avvalorata da un SMS che sarebbe stato spedito qualche giorno prima dell'omicidio alla mamma di Sebastian. L'SMS conterrebbe il messaggio "Fuori dall'Italia". Troppo presto ancora per comprendere se si tratta quindi di un movente scaturito da una vendetta passionale oppure di stampo razzista. Intanto, i genitori di Sebastian hanno deciso che la tumulazione del figlio avverrà in Romania.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: