le notizie che fanno testo, dal 2010

Napoli: ergastolo per il killer del video shock nel Rione Sanità

Era stato come vedere un omicidio in diretta, perché nel 2009 il video dell'uccisione di Mariano Bacioterracino era stato trasmesso da tutte le televisioni. Il suo assassino è stato condannato dalla Corte di Assise all'ergastolo.

Era stato come vedere un omicidio in diretta, perché nel 2009 il video dell'uccisione di Mariano Bacioterracino era stato trasmesso da tutte le televisioni e da tutti i network, anche su internet. Una "pecetta di pixel" cercava di nascondere la scena più cruenta, quando l'assassino a sangue freddo, fuori da un bar del Rione Sanità a Napoli, colpisce la vittima alle spalle e alla testa con due colpi di pistola. L'assassino fu identificato a seguito di una "soffiata" e di alcune dichiarazioni di collaboratori di giustiza. E ieri, la Corte di Assise di Napoli, ha condannato il già pregiudicato all'ergastolo. Stando ad un pentito. il killer avrebbe guadagnato per l'assassinio di Bacioterracino "500 euro", il cui movente pare che debba essere ricercato in una vendetta lunga 30 anni.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# euro# internet# Napoli# omicidio# sangue# video