le notizie che fanno testo, dal 2010

Lignano: coniugi sgozzati. Mistero sul movento: rapina o vendetta?

Continuano "a tutto campo" le ricerche sull'assassino, e sul momente, dell'atroce delitto avvenuto a Lignano Sabbiadoro, dove una coppia di coniugi è stata torturata e sgozzata senza un apparente motivo.

Le indagini sul duplice omicidio avvenuto nella notte tra sabato e domenica a Lignano Sabbiadoro (Udine) sono "a tutto campo", come spiega all'Adnkronos senza rilasciare altre dichiarazioni il procuratore capo di Udine, Antonio Biancardi. I corpi dei due coniugi massacrati ed infine sgozzati, quelli di Paolo Burgato, 67 anni, e della moglie Rosetta Sostero, 65 anni, sono stati sottoposti ieri ad autopsia, e si attendono i risultati degli esami. Nel frattempo, è la Procura di Udine, assieme agli investigatori di polizia e carabinieri, a cercare un movente che possa da una parte spiegare l'atroce delitto e dall'altro portare all'assassino della coppia, o agli assassini. Nella villetta dove è stato compiuto il massacro, una "scena sconvolgente ed efferata, mai vista" come l'ha descritta lo stesso Biancardi, mancano infatti solo pochi gioielli, un bottino troppo povero per giustificare il brutale omicidio, secondo gli inquirenti. A scoprire l'omicidio è stato il figlio della coppia, che insieme a molti altri amici e conoscenti è stato interrogato per cercare di capire se i coniugi Sostero potessero avere qualche nemico, anche se tutti avrebbero negato tale ipotesi. Gli inquirenti stanno inoltre visionando le telecamere del negozio di casalinghi e coltelli che la coppia gestiva da anni nel centro di Lignano Sabbiadoro, per capire se nel recente passato ci possa essere stato qualche movimento sospetto. Le indagini si allargano anche sul caso del fallimento dell'azienda del fratello di Rosetta Sostero, immobiliarista, per capire se l'omicidio possa aver avuto origine per questioni di vendetta, legate a creditori. Le indagini sono così a largo spettro proprio perché l'efferatezza non farebbe pensare solo ad una semplice rapina finita in tragedia. Prima di uccidere i coniugi, infatti, l'assassino ha torturato Paolo Burgato e Rosetta Sostero, sia con percosse che con coltellate, fino ad abbandonarli in una lago di sangue.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: