le notizie che fanno testo, dal 2010

Delitto di Trapani: Ris inchiodano marito donna incinta 9 mesi uccisa

I Ris di Messina avrebbero trovato le prove per incastrare il marito di Maria Anastasi, la donna incinta di 9 mesi uccisa e bruciata. Finora c'erano dubbi su chi avesse materialmente perpetrato il delitto, se l'uomo o l'amante.

I Ris di Messina avrebbero trovato le prove per incastrare il marito di Maria Anastasi, la donna di 39 anni incinta di 9 mesi uccisa alle porte di Trapani a colpi di piccone e poi bruciata. Per il momento erano in carcere, con l'accusa di concorso in omicidio premeditato con l'aggravante della crudeltà, sia Salvatore Savalli, il marito della donna, che l'amante. L'amante in un primo tempo aveva confessato di aver assistito all'omicidio di Maria Anastasi perpetrato da Salvatore Savalli. Subito dopo, però, l'uomo ribalta la versione dell'amante, affermando che era stata lei ad uccidere la moglie , e poi a dargli fuoco. I Ris, invece, avrebbero trovato microtracce di sangue sui pantaloni e sulle scarpe dell'uomo indossati il giorno dell'omicidio. Tracce che potrebbero bastare per fugare ogni dubbio su chi ha compiuto materialmente il delitto.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# carcere# concorso# Messina# omicidio# sangue# Trapani