le notizie che fanno testo, dal 2010

Delitto Lignano Sabbiadoro: fermata una donna, ricercato il fratello

Svolta nelle indagini sul delitto di Lignano Sabbiadoro (Udine), dove ad agosto sono stati barbaramente uccisi, dopo essere stati torturati, una coppia di coniugi (Rosetta Sostero e Paolo Burgato). Fermata infatti una ragazza cubana, mentre è ricercato il fratello.

Sembra esserci una svolta nelle indagini sul brutale assassinio della coppia di Lignano Sabbiadoro (Udine), torturata e uccisa lo scorso 19 agosto . Da allora, gli investigatori hanno seguito diverse piste, dall'ipotesi della rapina finita male (Rosetta Sostero e Paolo Burgato custodivano infatti in casa ingenti somme di denaro) al prelievo delle impronte digitali e del DNA di tutti gli artisti di un circo che in quei giorni era arrivato in città. Questa notte, però, ad essere fermata è stata una ragazza sudamericana di poco più di 20 anni. La ragazza è residente a Lignano Sabbiadoro ma il fermo pare che sia avvenuto in Campania, poiché gli investigatori ipotizzano che stesse tentando la fuga. Ricercato anche il fratello della giovane, anche lui residente a Lignano ma forse già all'estero, pare nella nativa Cuba. Stando alle prime indiscrezioni, la ragazza avrebbe lavorato come commessa in un negozio vicino a quello dei coniugi uccisi, e gli inquirenti sarebbero giunti a lei dopo che nei giorni successivi all'omicidio hanno prelevato nella zona diversi campioni di DNA. La scientifica sembra infatti convinta che ad uccidere Rosetta Sostero e Paolo Burgato siano stati un uomo e una donna. Dopo un primo riscontro tra il DNA trovato nella villetta della coppia e della giovane cubana, quest'ultima sarebbe stata messa sotto intercettazione telefonica, fino alla svolta di questa notte. Gli inquirenti sembrano ipotizzare che il movente del delitto possa essere stata proprio la rapina, ma che forse i coniugi riconoscendo almeno uno dei loro aggressori hanno scatenato la furia omicida.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: