le notizie che fanno testo, dal 2010

Delitto Lignano: Lisandra resta in carcere. Trovato fratello a Cuba

Lisandra Aguila Rico, la giovane cubana che ha confessato il delitto di Lignano Sabbiadoro, rimarrà in carcere. Il gip respinge la richiesta di custodia cautelare. Rintracciato invece a Cuba il fratello "Tyson", complice nell'omicidio.

Lisandra Aguila Rico, la ragazza di 21 anni che ha confessato l'omicidio di Lignano Sabbiadoro (Udine), dove sono stati barbaramente torturati ed uccisi i due coniugi Paolo Burgato e Rosetta Sostero, rimarrà in carcere. Il gip del Tribunale di Udine, infatti, ha respinto la richiesta dell'avvocato della giovane cubana di concedere gli arresti domiciliari, e questo perché verrebbe ravvisato il pericolo di fuga, l'inquinamento probatorio e la reiterazione del reato. Per quanto riguarda il pericolo di fuga, a far preoccupare gli inquirenti sarebbe non solamente il fatto che Lisandra è stata fermata mentre si trovava già fuori dal Friuli Venezia Giulia, ma anche perché il fratello 24enne Reiver Laborde Rico, suo complice nell'omicidio dei coniugi Burgato, è già da un mese all'estero. In queste ore sembra che gli investigatori lo abbiano rintracciato a Cuba, a Camaway, dove vice con la moglie. I Carabinieri hanno già avviato i contatti per cercare di estradare Tyson, così viene soprannominato per via della stazza, in Italia. Ma Lisandra resta in carcere anche perché lei ed il fratello, il giorno in cui si sono introdotti nella casa di Paolo Burgato e Rosetta Sostero, avevano portato da casa due coltelli. "Potrebbe essere indice di una determinazione criminosa già assunta in precedenza" ipotizza il gip, anche se sembra rimanere convinto che "l'intento iniziale era quello di fare una rapina" e che quindi i coltelli potessero essere solo uno strumento per "spaventare le vittime", almeno inizialmente. Il giudice per le indagini preliminari, comunque, ha sottolineato la "violenza cieca" e la "relativa freddezza" dei due fratelli nel compiere l'orrendo omicidio, "fattori che denotano - conclude il gip - una personalità decisamente capace di ogni tipo di illegalità e violazione di qualsiasi regola del vivere civile".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: