le notizie che fanno testo, dal 2010

Carmela Rea uccisa: nuda, sgozzata, svastica incisa e siriga nel collo

Carmela Rea, 29 anni, è stata ritrovata a Ripe di Civitella, nel Comune di Civitella del Tronto (Teramo) sgozzata, nuda, con segni di percosse e di arma da taglio sul corpo, una siringa infilzata nel collo e una svastica incisa sulla schiena.

Carmela Rea, 29 anni, è stata ritrovata sgozzata, nuda, con segni di percosse e di arma da taglio sul corpo, una siringa infilzata nel collo e una svastica incisa sulla schiena, a Ripe di Civitella, nel Comune di Civitella del Tronto (Teramo), in una area attrezzata per pic nic. Carmela Rea era scomparsa due giorni fa Colle San Marco di Ascoli Piceno, a una decina di chilometri dal luogo dove è stato ritrovato il corpo, mentre era in gita con il marito e la figlia di soli 18 mesi. E oggi pomeriggio l'orrenda scoperta, dopo che pare sia arrivata al comando dei carabinieri una telefonata anonima che segnalava il luogo dove giaceva il corpo della povera donna. Pare che Carmela Rea il 18 aprile, il giorno della sua scomparsa, si fosse allontanata dal marito, militare, e dalla bambina per andare in bagno, anche se i gestori degli chalet a Colle San Marco non l'avrebbero mai vista entrare, affermazioni che paiono essere confermate dalle registrazioni delle telecamere. Dopo averla attesa per una mezz'ora, e non vedendola ritornare, il marito aveva immeditamente dato l'allarme. Nella stessa zona dove è scomparsa Carmela Rea, il 5 gennaio scorso è stato anche trovato il cadavere di un'altra donna, Rossella Goffo, una funzionaria della prefettura di Ancona, il cui corpo venne ritrovato sepolto, in posizione fetale, e mutilata (cioè senza mani e una gamba).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: