le notizie che fanno testo, dal 2010

Carmela Rea: misterioso omicidio. Sulla schiena incisa una svastica

Misterioso e orrendo omicidio quello di Carmela Rea, detta Melania, ritrovata sgozzata a due giorni dalla scomparsa a Ripe di Civitella, nel teramano, con incisa sulla schiena una svastica. Un omicidio che sembra inspiegabile, come era stata inspiegabile la scomparsa della donna.

Misterioso e orrendo omicidio quello di Carmela Rea, detta Melania, ritrovata sgozzata a due giorni dalla scomparsa a Ripe di Civitella, nel teramano. Il volto della giovane donna, 29 anni, sarebbe sfigurato, con segni di violenza su tutto il corpo tra cui due siringhe conficcate. Sulla schiena, invece, sarebbe stata incisa una svastica. Un omicidio che sembra inspiegabile, come era stata inspiegabile la scomparsa di Carmela Rea che il 18 aprile si allontana per andare al bagno da quell'area di pic nic situata a a Colle San Marco, in provincia di Ascoli Piceno, dove stava trascorrendo il pomeriggio con il marito, un militare dell'esercito in servizio presso il 235esimo Reggimento Piceno, e la figlia di 18 mesi. "Torno subito", le sue ultime parole dette al marito prima di dirigersi verso uno dei locali lì vicino, ma da allora nessuno l'avrebbe più vista. Nemmeno i gestori del bar-ristorante dove Carmela Rea si sarebbe dovuta dirigere per andare la bagno, e anche le telecamere confermerebbero che la donna non sarebbe transitata lì vicino. Dopo aver atteso invaso il ritorno della moglie per circa una mezz'ora, il militare lancia l'allarme e cominciano le ricerche, interrotte solo dopo la macraba scoperta di ieri dovuta, a quanto pare, a seguito di una segnalazione anonima al 113.
In questi giorni di suoi i familiari, il marito, avevano lanciato, anche in tv, vari appelli a Carmela Rea. Si ipotizzava, infatti, che potesse forse essere preoccupata per il responso di un esame medico.
Probabilmente solo una coincidenza, ma nella stessa zona dove è scomparsa Carmela Rea era stato rinvenuto, il 5 gennaio scorso, il cadavere di un'altra donna, Rossella Goffo, funzionaria della prefettura di Ancona. Rossella Goffo era stata seppellita, in posizione fetale, e mutilata. Sospettato dell'omicidio un suo amico, che però si dichiara innocente.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: