le notizie che fanno testo, dal 2010

Bergamo: uccide figlia di 1 anno e mezzo, poi si toglie la vita

Tragedia a Bergamo, dove una donna ha prima accoltellato la figlia di un anno e mezzo e poi si è tolta la vita, sembra con un taglio alla gola. Gli inquirenti ipotizzano un omicidio-suicidio.

Tragedia a Bergamo, dove in una palazzina di Viale Giulio Cesare sono state trovate in una pozza di sangue madre e figlia. Stando alle prime ricostruzioni, a dare l'allarme è stato il marito della donna, che tornando da un congresso dentistico non è riuscito ad entrare in casa, chiusa a chiave da dentro. L'uomo ha immediatamente avvertito le forze dell'ordine, poiché da casa nessuno gli rispondeva. I vigili del fuoco e la polizia sono quindi entrati attraverso il balcone dell'appartamento, visto che una finestra era stata lasciata aperta, ed hanno purtroppo fatto la terribile scoperta. Nella camera da letto, che dà sul terrazzo, hanno visto in una pozza di sangue i corpi, ormai senza vita, di una bimba di un anno e mezzo e della madre. Le indagini sembrano dirigersi verso l'ipotesi di un omicidio suicidio. Si pensa che la donna, dentista nello studio medico del marito, potrebbe aver avuto un raptus di follia, inferendo diversi colpi di coltello sul corpicino della figlia. Forse rendendosi poi conto di aver ucciso la figlia, la donna ha poi deciso di uccidersi, sembra tagliandosi la gola. All'Eco di Bergamo, un vicino di casa è scioccato per l'accaduto, raccontando: "Mia moglie è assistente nel loro studio dentistico e la dottoressa Olimpo non ha mai dato segni di depressione o di disturbi psichici".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: