le notizie che fanno testo, dal 2010

Istat: più 242mila occupati su base annua. Ma non tra i Millennias

L'Istat rivela che c'è stata una crescita complessiva di 242 mila occupati su base annua, con un contributo decisivo dell'occupazione dipendente a tempo indeterminato. Ma ancora una volta a soffrire maggiormente della crisi economica è la generazione dei Millennias.

Nonostante ad aprile sia l'Istat che l'Inps certificassero che a febbraio 2016 c'era stato un calo degli occupati, oggi da via Cesare Balbo viene riferito che "le dinamiche tendenziali manifestatesi tra il primo trimestre del 2015 ed i primi tre mesi dell'anno in corso hanno determinato una crescita complessiva di 242 mila occupati su base annua, con un contributo decisivo dell'occupazione dipendente a tempo indeterminato (+341 mila)".

L'istituto di statistica evidenzia anche però che nel primo trimestre del 2016 "il consistente aumento dei dipendenti a tempo indeterminato è bilanciato dal calo dei dipendenti a termine e dalla stabilità degli indipendenti".

Da sottolineare inoltre che non tutte le fasce d'età trovano lavoro. C'è stato infatti un aumento di occupati per i 50-64enni a fronte di lievi diminuzioni per i 15-34enni e per i 35-49enni. Ancora una volta, quindi, viene confermato il fatto che a soffrire maggiormente della crisi economica è la generazione dei Millennias.

Lo stasso Matteo Renzi, nel corso dell'Assemblea 2016 di Confcommercio durante la quale è stato fischiato, ha ammesso che "sono cresciuti gli assunti a tempo indeterminato, ma non i lavoratori autonomi e le PMI, che sono ancora in sofferenza". Ed infatti il tasso di disoccupazione rimane invariato rispetto al trimestre precedente e diminuisce di neanche 1 punto percentuale rispetto ai primi tre mesi del 2015, con un calo tendenziale di appena 127 mila disoccupati di lunga durata. Dati insufficienti per sostenere che in Italia la crisi economica è ormai alle spalle, visto che dal 2008 sono stati persi oltre 1 milione e 800mila posti di lavoro.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: