le notizie che fanno testo, dal 2010

Nuoto, Italia: staffetta d'oro, Magnini d'argento e Bianchi di bronzo

L'Italia conquista oro, argento e bronzo nella giornata conclusiva degli Europei di nuoto. A Stettino, in Polonia, la staffetta 4x50 è stata vinta dalla squadra azzurra con il tempo di 1'24"82, battendo di 29 centesimi la Russia. Grande risultato per Filippo Magnini che nei 200 stile libero ha conquistato l'argento, mentre, per le donne, Ilaria Bianchi si è aggiudicata il terzo posto e il primato italiano nei 100 farfalla.

Oro, argento e bronzo. Nell'ultimo giorno dell'Europeo di nuoto in vasca corta, l'Italia ricrea un podio "virtuale" grazie a tre importanti risultati, arrivati da conferme, ritorni e sorprese. A Stettino, in Polonia, la "conferma" è arrivata nell'ultima gara della competizione, ovvero la staffetta 4x50 stile libero maschile dove gli azzurri Luca Dotto, Marco Orsi, Federico Bocchia e Andrea Rolla hanno conquistato il titolo di "squadra" più veloce del continente. Con il tempo di 1'24"82 l'Italia ha battuto una buona Russia, argento, capace di tenere testa fino alla fine ma che si è dovuta arrendere per soli 29 centesimi. E' salito sul gradino più basso del podio il Belgio (a 1"01), che lascia senza medaglie la Germania dei due Deibler. Il secondo risultato utile di giornata è un lieto "ritorno" e porta la firma di Filippo Magnini. Il due volte campione del mondo nei 100 stile libero si è rilanciato alla grande conquistando una medaglia d'argento nell'unica gara che aveva scelto per questo Europeo, la 200 stile libero. Il "Magno" è entrato in finale con il quarto tempo ma alla fine ha dovuto cedere solo ad uno stratosferico Paul Biedermann, oro a 28 centesimi dall'azzurro. La "sorpresa" di giornata è arrivata dalle donne, più precisamente da Ilaria Bianchi. L'allieva di Fabrizio Bastelli si gode il bronzo conquistato nei 100 farfalla con un tempo di 57"42 che gli ha regalato anche il primato italiano, strappato per 5 centesimi a Silvia Di Pietro. La Bianchi si è dovuta arrendere solo alla danese Ottesen (57"37) e all'inglese Jemma Lowe (Gb) per 75 centesimi di differenza, ma regala all'Italia una grande gioia nel settore farfalla.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: