le notizie che fanno testo, dal 2010

ADN Swim Project: entrano Silva e Fratus. Sintonia con Josefa Idem

La "vasca" di ADN Swim Project di Andrea Di Nino cresce, tanto che si tuffano nel progetto una garanzia come Arilson Silva e un talento verdeoro come Bruno Fratus. Ma c'è spazio anche per la canoa. Josefa Idem: "C'è la volontà di creare un progetto unico in Italia".

L'ADN Swim Project di Andrea Di Nino continua la sua missione in Italia rivolta a nuotatori di livello internazionale. ADN Swim Project è nata da un'idea del tecnico italiano "mutuata dalla sua esperienza professionale negli Stati Uniti, lavorando due anni in Florida con Michael Lohberg, partecipando tra l'altro come tecnico alle Olimpiadi di Atene 2004 e confrontandosi ogni giorno in piscina con nuotatori professionisti provenienti da ogni parte del mondo". Come si spiega nel sito ufficiale di ADN Swim Project il progetto offre agli atleti, tra gli altri vantaggi, di "potersi allenare tutto l' anno in due world class facilities, indoor in Europa e outdoor in America, ovviamente entrambe dotate di vasca da 25 e da 50, pensate esclusivamente al fine di consentire l'affinamento delle proprie prestazioni tecniche e atletiche" e di "potersi confrontare frequentemente nei meeting italiani ed internazionali del circuito europeo con i migliori nuotatori al mondo". Un progetto vincente quello di Andrea Di Nino che continua a crescere e ad espandersi, traendo nuova linfa anche dagli ultimi eccellenti risultati, come quelli ottenuti nelle Olimpiadi di Londra 2012, con l'argento a Evgeny Korotyshkin (nei 100 delfino) e un bronzo nella 4x100 stile guadagnato da Sergej Fesikov. La novità nella scuderia, annunciata in una conferenza stampa a Milano è Arilson Silva, tecnico della nazionale brasiliana che porta "in dote" all'ADN Swim Project Bruno Fratus, quarto ai Giochi nei 50 stile a Londra e che a Rio 2016 punta all'oro. Uno stile ed un approccio allo sport, quello dell'ADN Swim Project che sta facendo scuola. Potrebbe infatti partire tra poco una collaborazione "strategica" tra ADN Swim Project e il progetto "Mitica" di Josefa Idem e del tecnico (e sua metà nella vita) Guglielmo Guerrini. Josefa Idem ha affermato in proposito: "C'è la volontà di creare un progetto unico in Italia, per professionisti coinvolti e metodologie d'allenamento e non solo applicate. Con ADN ho subito trovato una grande sintonia su obiettivi a medio e lungo termine, possiamo veramente costruire insieme qualcosa di innovativo per lo sport italiano". ADN Swim Project non nasconde che il suo segreto stia anche "fuori dalla vasca", come si continua a spiegare sulla mission del sito. "Oltre a fornire servizi propriamente sportivi – manageriali, ADN Swim Project si adopera verso i suoi atleti per la risoluzione di ogni problema burocratico e non - si legge ancora sulla pagina -, mostrando anche estrema attenzione agli interessi extra-sportivi dei nuotatori con la soddisfazione di esigenze culturali, di studio ed anche relative al tempo libero: ogni momento 'fuori vasca' è, se la situazione o gli atleti lo richiedono, assistito completamente dallo staff".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: