le notizie che fanno testo, dal 2010

Torna il nucleare: il decreto sblocca-reti diventa legge

Il ritorno del nucleare in Italia sembra sempre più vicino, almeno sulla carta, visto che il "decreto sblocca-reti" è diventato legge. Forse presidente dell'Agenzia per la sicurezza nucleare Umberto Veronesi (PD).

Il ritorno del nucleare in Italia sembra sempre più vicino, almeno sulla carta, visto che il "decreto sblocca-reti" è diventato legge. Ad approvarlo il Senato, visto che precedentemente alla Camera erano state apportate ulteriori modifiche al testo, come quella che rende incompatibile ad politico con incarichi politici elettivi cariche al vertice dell'Agenzia per la sicurezza nucleare.
Nel testo originario, invece, tale binomio non era preso in considerazione come, magari, un macroscopico conflitto d'interessi.
Fatto sta che pronto ad accettare la nomina a presidente dell'Agenzia ci sarebbe il senatore del PD Umberto Veronesi, che però aveva già annunciato che in caso di risposta affermativa si sarebbe dimesso visto che non riuscirebbe a "conciliare attivita' scientifica, agenzia,e lavori in Senato".
Stefano Saglia, sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico con delega all'energia, afferma che la conversione in legge è "un importante successo per la strategia energetica nazionale" e per la senatrice Simona Vicari del PdL (relatrice in Senato del provvedimento) finalmente "l'Italia potrà così rispettare gli impegni assunti, anche in sede europea, per l'approvvigionamento energetico".
Meno importanti, a quanto sembra, gli impegni assunti nel 1987 con i cittadini italiani, che attraverso un referendum decisero che l'Italia poteva fare benissimo a meno delle centrali nucleari.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: