le notizie che fanno testo, dal 2010

Piemonte nucleare: Legambiente preoccupata per Trizio in aria e acqua

In Piemonte, denunciano Legambiente e Pro Natura si trovano il 96 per cento delle sostanze radioattive italiane e il 72 per cento delle scorie. E le ex centrali continuano a "emettere" Trizio in aria e acqua.

Anche se il nucleare in Italia per due volte (dopo Chernobyl e Fukushima), è stato "disinnescato" dai referendum, i suoi "strascichi radioattivi" continuano a farsi sentire nei contatori Geiger. In primis in Piemonte dove, come denunciano due associazioni ambientaliste Legambiente e Pro Natura, sulla base dell'ultimo rapporto Ispra, si trovano il 96 per cento dei materiali radioattivi presenti in Italia. E' chiaro che la politica del "Sorridete, e le radiazioni non vi faranno male" sostenuta recentemente da un politico giapponese in risposta alle domande dei contestatori no nuke, non possono accontentare chi in Italia ha contribuito a "sventare" la riaccensione dei reattori. Il Piemonte è "la pattumiera nucleare di gran lunga più grande d'Italia" affermano Legambiente e Pro Natura tanto che, per quanto riguarda i "rifiuti nucleari" tout court il Piemonte ne ospita "oltre il 72 per cento". Ma il pericolo è anche per gli "scarichi" che continuano ad essere immessi nell'ambiente "in modo sistematico e 'autorizzato'", come sostengono le associazioni ambientaliste, che si riferiscono soprattutto al Trizio gassoso e all'acqua cosiddetta "triziata". Immissioni radioattive nell'ambiente che preoccupano soprattutto alla luce del "primato" del 2010 che "spetta di gran lunga alla ex centrale di Trino, nel vercellese", come affermano le organizzazioni. "Oltre al Trizio scaricato da tutte le ex centrali nucleari - continuano le organizzazioni - anche il centro nucleare Euratom di Ispra (Va) ne scarica inaspettatamente moltissimo (341 miliardi di Becquerel nell'anno 2010)". Ma Legambiente e Pro Natura sono anche preoccupati per il Lago Maggiore dove di Trizio se ne sarebbe scaricata una quantità rilevante.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: