le notizie che fanno testo, dal 2010

Nucleare a mai più rivederci. La battaglia contro la spocchia è vinta

Nichi Vendola commenta i risultati dei referendum che hanno visto la vittoria schiacciante dei SI e di quegli italiani che stanno "cercando con grande determinazione di uscire fuori da un'epoca buia".

Nichi Vendola, commentando il risultato del referendum che ha visto la vittoria schiacciante dei SI e di quegli italiani che stanno "cercando con grande determinazione di uscire fuori da un'epoca buia", tocca tutti i quesiti referendari. Spiega che la battaglia per l'acqua pubblica è stata anticipata dalla sua Regione, la Puglia, che ha il più grande acquedotto d'Europa e che "la vittoria contro il legittimo impedimento è il tentativo di recuperare un'idea della giustizia che sia bene comune e non spazio di appropriazione indebita di caste e lobbies". Ma è stata la battaglia contro l'energia nucleare quella più dura, con tanto di colpi bassi inferti da ogni direzione, perché ha dovuto attraversare, ricorda Vendola, "intere epoche dominate dalla spocchia, dalla prosopopea e anche dall'acredine di chi difendeva la scelta nuclearista senza mai consentire un'interlocuzione a coloro che avessero proposto dubbi sulla sicurezza delle centrali o sullo smaltimento delle scorie". Ora questa spocchia sembra già essere un lontano ridicolo ricordo, perché "oggi vince l'Italia dei beni comuni, perde l'Italia delle lobbies, perde una lunga storia di ossessione privatizzatrice, perde un pezzo abbastanza pregiato dell'ideologia liberista che ha governato le sorti del mondo".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: