le notizie che fanno testo, dal 2010

Nucleare: Giappone scende in piazza contro le centrali nucleari

Fukushima terrorizza e si incomincia a scendere in piazza per chiedere l'abbandono del nucleare in tutta l'isola nipponica. L'informazione opaca del governo e di Tepco fa il resto, disorientando i cittadini che non sanno più che cosa pensare.

Il Giappone si risveglia dal torpore che ha imposto al Paese l'industria nucleare, la quale, il giorno che "va tutto storto" condiziona la vita delle popolazioni per migliaia di anni. Il dramma di Fukushima fa ricordare scenari apocalittici che hanno lo stesso sapore (uranio e plutonio) di Hiroshima e Nagasaki. Anche se nelle altre parti del mondo le due bombe atomiche sono solamente un lontano ricordo in bianco e nero, per i giapponesi no, visto che gli "hibakusha" ufficiali (ovvero coloro i quali soffrono ancora dei postumi delle bombe atomiche) sono oltre 200mila. Il Giappone sa bene che da ora in poi si dovrà parlare di "hibakusha" di Fukushima e di "bambini di Fukushima" proprio come i "bambini di Chernobyl". Con le radiazioni non si scherza e si incomincia a scendere in piazza. Così è stato il 3 aprile a Tokyo per dire "no al nucleare" con cartelli in giapponese e in inglese perché fosse chiara la volontà "contro il nucleare" anche ai media internazionali. I giapponesi che hanno protestato sono molto arrabbiati per l'opacità dell'informazione del governo giapponese e della Tepco, sotto la cui sede hanno marciato. Il fatto di non sapere che cosa stia davvero accadendo è un incubo per chi vive nei dintorni di Fukushima e per chi è preoccupato per le radiazioni delle centrali nucleari in crisi. Anche la notizia che Tepco abbia annunciato di aver trovato "la falla" nel reattore 2 di Fukushima I, responsabile della fuga radioattiva nell'oceano, non tranquillizza, anzi aumenta la tensione, visto che pare che l'azienda segua quasi una strategia di "distrazione" di massa, concentrandosi su "piccoli" problemi e non sui grandi (cioé la fusione, o le fusioni, dei nuclei radioattivi).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: