le notizie che fanno testo, dal 2010

Nucleare Giappone, elicottero USA: radioattività a 100 Km da Fukushima

Mentre in Italia il diktat sembra essere "minimizzare", forse per paura che la corsa del governo verso il ritorno del nucleare nel Bel Paese possa avere una brusca frenata, gli USA affermano di aver rilevato radioattività a "a 100 chilometri dalla centrale" di Fukushima.

Mentre la Svizzera ha deciso di sospendere "il processo di approvazione per 3 nuove centrali nucleari in attesa della revisione degli standard di sicurezza", come riporta la Reuters, e la cancelliera Angela Merkel sospenderà l'estensione della vita delle centrali nucleari tedesche, il governo italiano afferma invece che indietro non si torna e che il programma nucleare va avanti, tanto che chi cerca di riaprire il dibattito viene tacciato di "sciacallaggio". In Tv praticamente si vedono solo "cosiddetti esperti del nucleare" che "continuano con dichiarazioni idiote che minimizzano ciò che sta accadendo" in Giappone, come spiega in una nota Greenpeace. Sembra infatti che neanche le barre di combustibile del reattore numero 2 dell'impianto di Fukushima completamente esposte riescano a scalfire il "dogma" nucleare italiano. E mentre gli "esperti" affermano che non ci sono radiazioni, o se ci sono non metterebbero in pericolo la salute, giunge una notizia che sembra smontare queste tesi tranquillizzanti. La portaerei americana "USS Ronald Reagan" ha infatti sospeso l'attività di assistenza alle vittime del terremoto in Giappone e si è allontanata dalle sue coste, dopo aver rilevato "alti livelli di radioattività nell'atmosfera, provenienti con ogni probabilità dalla centrale di Fukushima", come riporta l'Adnkronos.
E' il New York Times a spiegare che il personale della portaerei era "stato esposto in una sola ora alla quantità di radioattività considerata massima per un mese", rendendo noto che un elicottero statunitense ha poi effettuato ulteriori misurazioni, e avrebbe rilevato "presenza di cesio 137 e iodio 131 a 100 chilometri dalla centrale", come riporta sempre l'Adnkronos. Da notare che Tokyo, capitale del Giappone, dista da Fukushima poco più di 200 Km. Ora il problema sembra essere quello di capire come "girerà in vento".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: