le notizie che fanno testo, dal 2010

Nucleare Giappone: Fukushima? E' Apocalisse nucleare, dice l'Europa

Fukushima in Giappone da piccolo incidente da minimizzare diventa una vera e propria Apocalisse nucleare. E non sono solo i "macabri sciacalli antigovernativi italiani" a dirlo, ma il commissario europeo per l'energia Gunther Oettinger. Uno sciacallo europeo?

L'emergenza nucleare giapponese non viene certo risolta dalle tranquillizzanti notizie del governo nipponico, né dalla lentezza della stampa tradizionale, né dalla compiacenza degli "esperti nucleari" che non dicono la verità sul danno subito dall'impianto di Fukushima. E la catastrofe nucleare giapponese non viene cancellata o minimizzata neppure dalla reticenza della TEPCO, Tokyo Electric Power Corporation, proprietaria degli impianti, che come dice anche Greenpeace "ha falsificato per oltre venti anni i dati sulle violazioni alle disposizioni sulla sicurezza nei suoi reattori, con decine di resoconti truccati presentati alle autorità di controllo" (http://is.gd/2MDHU2). Anche perché l'emergenza nucleare di Fukushima è in realtà una vera e propria "apocalisse nucleare" che di fatto, se gli esseri umani non vorranno essere spazzati via dalla loro stessa tracotanza, segna la fine dell'era atomica sulla faccia della terra. Queste affermazioni, che per qualche esponente politico potrebbero essere pronunciate solamente da un "macabro sciacallo" preso "dall'emozione" che strumentalizza un incidente nucleare nel lontano Giappone per mettere in discussione i piani nucleari governativi. Ma queste affermazioni sono solamente petali di rosa se confrontate a ciò che ha detto Gunther Oettinger, commissario europeo per l'energia, quando ha affermato ieri che "parlo di apocalisse e credo che la parola sia particolarmente ben scelta" e davanti alla commissione per l'industria, la ricerca e l'energia del Parlamento europeo dice su Fukushima: "Praticamente tutto è fuori controllo, non escludo che si possano verificare altre esplosioni nelle prossime ore". Speriamo che sia davvero l'"apocalisse", ovvero in senso letterale greco "la rivelazione" che possa permettere al governo italiano di aprire gli occhi sul nucleare. E magari su tante altre cose in cui è coinvolta la vita degli esseri umani, anche quella dei disperati che arrivano sui barconi.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: