le notizie che fanno testo, dal 2010

Nucleare: 1000 cadaveri radioattivi abbandonati a Fukushima

Fonti della polizia fanno sapere che almeno 1000 cadaveri sono stati trovati nell'area "calda" attorno a Fukushima ma non sono stati "raccolti" per la loro radioattività. Morti per lo tsunami non possono essere onorati grazie alla follia nucleare.

La tragedia dell'apocalisse nucleare di Fukushima terrorizza il Giappone e tutto il mondo. Nubi radioattive, fortunatamente diluite dall'atmosfera e dalla sdrammatizzazione dei media, attraversano il mondo contaminando, come stanno facendo in queste ore, sia la carne di manzo nell'area intorno alla centrale di Fukushima, sia il latte nella costa ovest degli Stati Uniti (anche se a livelli "molto bassi"). Ma gli elementi radioattivi, se l'"incendio nucleare" non verrà sedato, continueranno a sommarsi. In queste ore però arriva dal Giappone una notizia che rimarrà come monito per ricordare gli effetti che l'energia nucleare non solo ha sui vivi ma anche, paradossalmente, sui morti. Dopo lo tsunami dell'11 marzo sono stati trovati intorno alla "zona calda" di Fukushima oltre mille cadaveri che non sono stati raccolti per gli alti livelli di radiazioni. Nel raggio dei 20 Km dove è stata evacuata la popolazione, secondo fonti della polizia, i cadaveri sarebbero stati "esposti a livelli elevati di radiazione dopo la morte". Per ora non possono essere nemmeno avvicinati. La morte e la devastazione terribile che può causare un terremoto e uno tsunami non hanno paragoni se confrontate alle tragedie irreparabili provocate dalle radiazioni. Le radiazioni infatti non permettono neppure di rendere onore ai morti che in Giappone vengono tradizionalmente cremati. Il fumi libererebbero isotopi radioattivi nell'aria.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: