le notizie che fanno testo, dal 2010

Fukushima vs Chernobyl: vince Fukushima con 40kg di Cesio nell'aria

Fukushima batte Chernobyl per quantità di Cesio 137 diffusa nell'atmosfera, svela l'AIPRI. Intanto il cover-up cerca di nascondere la nube radioattiva che si spande in cielo, in terra e in mare. Senza che la guerra alle radiazioni cominci, a partire dal Giappone. Uno scandalo.

Fukushima sembra sparita dall'etere ma è invece ben presente nell'aria. In altre parole è sparita dalle televisioni ma continua ad essere "per me e per te" come cantavano i Kraftwerk ("Radioactivity, is in the air for you and me", youtube.com/watch?v=kXD6Gtinvbc). La nube radioattiva è ormai sui nostri cieli da quando i reattori giapponesi sono entrati in crisi l'11 marzo e dobbiamo pensare che, pur con le relative "diluizioni" l'aria è la stessa per tutti nel mondo, e tutta la catena alimentare mondiale, sino a che i fumosi reattori radioattivi di Fukushima non saranno "spenti" subirà il fallout. Fukushima è anche un disastro mai "sperimentato" visto che ciò che libera in aria (e quindi in terra) lo sta disseminando anche in acqua, cioè nell'oceano, in una "marea nera radioattiva" invisibile (e quindi poco fotogenica) per le telecamere, ma mortale per tutto l'ecosistema marino che, volenti o nolenti, proprio come il mercurio, entrerà nelle tavole dei consumatori giapponesi e nel mercato mondiale (anche illegale, naturalmente). L'AIPRI (Association Internationale pour la Protection contre les Rayons Ionisants) informa dal suo blog che "L'agenzia nucleare giapponese (NISA) stima ora a 1,3E17 Bq (130 PBq; 3,5 milioni di Curie) i rilasci atmosferici di cesio 137 avvenuti fino alla prima settimana di aprile a Fukushima. In breve, passando da 1,8 kg a 40 kg di Cesio 137 moltiplica per 22 la sua precedente valutazione", quindi, continua l'Associazione "il record dei 27 kg di cesio 137 sparpagliati nella natura da Chernobyl è di gran lunga sorpassato e i rilasci radioattivi non sono tutt'ora finiti e non finiranno prima di mesi e mesi". Il post completo, con tanto di dati e del grafico che mostra la "proiezione Chernobyl" ovvero ciò che è fuoriuscito da Fukushima riportato ai dati delle fuoriuscite di materiale radioattivo dal reattore di CHernobyl è all'indirizzo "aipri.blogspot.com". L'AIPRI ricorda in un post scriptum che "secondo le norme ufficiali dell'AIEA alla quale hanno sottoscritto gli stati che il deposito di 175 milligrammi di Cesio 137 in un chilometro quadro obbliga all'evacuazione del suddetto territorio. Quante volte ci sono 175 milligrammi in 40 chili?". Insomma Fukushima batte di gran lunga il disastro di Chernobyl e non solo per quantità di Cesio 137, ma anche per l'omertà internazionale che sta insabbiando (e neppure con piombo e dolomite) il più grande disastro nucleare della storia. Per seguire l'andamento della nube e dei livelli di radioattività, con gli strumenti che ancora non sono "occultati" anche l'AIPRI raccomanda questo link (http://is.gd/sJqnIi).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: