le notizie che fanno testo, dal 2010

Fukushima: fuoriuscita acqua radioattiva non è più solo "anomalia"

L'Agenzia nucleare del Giappone ha capito che la fuoriuscita di 300 tonnellate di acqua radioattiva della centrale di Fukushima non poteva più essere classificata solo come una "anomalia", innalzando quindi il livello sulla scala INES da 1 a 3 (serious incident). Intanto la Tepco getta sacchi di sabbia per arginare l'acqua contaminata.

L'Agenzia nucleare del Giappone ha alzato il livello di gravità della perdita d'acqua radioattiva della centrale di Fukushima. Il governo giapponese, quindi, non sembra più pensare, come ieri, che la fuoriuscita di 300 tonnellate di acqua radioattiva sia semplicemente una "anomalia", ammettendo che questo è perlomeno un "guasto grave" (serious incident). In attesa che la gravità della situazione venga anche confermata con l'Aiea dell'ONU, l'Agenzia nucleare del Giappone ha infatti deciso che l'incidente, sulla scala INES (Nuclear and Radiological Event Scale), è da classificare almeno al livello 3. D'altronde, c'è chi aveva accolto con scetticismo il fatto che l'incidente fosse appena al livello 1, visto che la pozza d'acqua radioattiva fuoriuscita da uno dei 1.000 serbatoi di stoccaggio emette "cento millisievert per ora" il che "equivale al limite di esposizione massima che possono accumulare in cinque anni i lavoratori della centrale", ricorda anche Masayuki Ono, direttore generale della Tepco, che ammette: "Quindi si può dire che è stato trovato un livello di radiazione abbastanza forte affiché una persona assorba una dose di radiazione di cinque anni in un'ora". Per cercare di arginare le 300 tonnellate di acqua radioattiva, che si è già in gran parte infiltrata nel terreno e di conseguenza nel mare poco distante dal sito di stoccaggio, la Tepco ha pensato di utilizzare dei sacchi di sabbia, da posizionare intorno al serbatoio che perde. Dove verrà poi smaltita questa sabbia radioattiva, non è ancora chiaro.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: