le notizie che fanno testo, dal 2010

Fukushima: da una crepa zampilla acqua a 1.000 millisievert-ora

A Fukushima c'è una crepa che è diventata una insalubre fontana d'acqua radioattiva. Tepco (Tokyo Electric Power Company) cerca di tapparla col cemento e, non riuscendoci, pensa ad una resina speciale che aumenta di volume con l'acqua. Ma le proteste e la paura crescono.

La Tepco sembra aver trovato una crepa che zampilla acqua a 1000 millisievert ora, il che non è proprio la dose radioattiva giusta per definirla termale. Questa è l'ultima delle scoperte "tranquillizzanti" dei tecnici della centrale distrutta che forse dovrebbero parlare delle fusioni del nocciolo di diversi reattori, ma non lo fanno. Anzi, sembra quasi che i noccioli radioattivi dei reattori non esistano più, almeno per i media, e anche per Tepco, che continua con i soliti bollettini che sostanzialmente raccontano di una situazione stabile. Ma questi sono i giorni mediatici della "crepa" che sarebbe larga una "ventina di centimetri" e che si sarebbe aperta in uno dei condotti di servizio in cemento che stanno alla base del reattore Fukushima I-2 chiaramente inondati d'acqua. Non si capisce se quest'acqua radioattiva provenga dall'energico "water bombing" adottato dai "superpompieri", da infiltrazioni di falda, dal sistema delle turbine, dal sistema di refrigerazione danneggiato, dal vapore condensato fuoriuscito dal reattore, ecc. In realtà non si sa niente, si viene a sapere solo del fatto che il tentativo di tappare la crepa nel cemento non è riuscito. Si pensa allora che si potrebbe usare una resina che si gonfia a contatto con l'acqua. Ma come immagina ogni idraulico, se in un sistema a pressione si chiude un buco, da qualche altra parte l'acqua troverà una sua strada. Tutte le ipotesi comunque rimangono aperte. Intanto l'opacità di Tepco e del governo nipponico su Fukushima, soprattutto in rapporto alla popolazione è messo in discussione non solo dalle organizzazioni indipendenti, ma dagli stessi attivisti Giapponesi che sono scesi in piazza per protestare il 3 aprile, proprio sotto la sede di Tepco.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# acqua# Fukushima# governo# Tepco